14:01 08 Luglio 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia: voglia di normalità (20 maggio - 11 giugno) (168)
0 02
Seguici su

Questi sono i dati forniti dalla Protezione Civile sulla diffusione del nuovo coronavirus in Italia al 3 giugno. Confortante il dato sulle 12 Regioni senza decessi.

Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati registrati 321 nuovi casi di nuovo coronavirus, portando il totale dei contagi dall'inizio della pandemia a 233.836.

Il dato confortante più significativo registrato oggi e diffuso dalla Protezione Civile riguarda i morti: "Nessun decesso in dodici regioni".

Il numero totale di attualmente positivi è così sceso a 39.297, con una decrescita di 596 assistiti rispetto a ieri 2 giugno.

Tra gli attualmente positivi, 353 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 55 pazienti rispetto alla giornata di ieri.

5.742 persone sono poi ricoverate con sintomi, in questo caso il decremento è di 174 pazienti rispetto ai dati del giorno precedente.

33.202 persone, pari all’84% degli attualmente positivi, sono in isolamento obbligatorio senza sintomi o con sintomi lievi presso il proprio domicilio.

Rispetto ai dati diffusi il 2 giugno, i deceduti sono 71 e portano così il totale a 33.601. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 160.938, con un incremento di 846 persone rispetto a ieri.

Dati sempre più confortanti dovuti al fatto che gli italiani continuano ad applicare le buone regole di distanziamento fisico, lavaggio accurato delle mani e del volto, uso della mascherina.

I dati regionali

Entrando nel dettaglio dei dati regionali, verifichiamo che i casi attualmente positivi sono 20.224 in Lombardia, 4.686 in Piemonte, 2.839 in Emilia-Romagna, 1.387 in Veneto, 973 in Toscana, 514 in Liguria, 2.818 nel Lazio, 1.310 nelle Marche, 869 in Campania, 1.036 in Puglia, 222 nella Provincia autonoma di Trento, 880 in Sicilia, 233 in Friuli Venezia Giulia, 736 in Abruzzo, 120 nella Provincia autonoma di Bolzano, 31 in Umbria, 146 in Sardegna, 13 in Valle d’Aosta, 110 in Calabria, 127 in Molise e 23 in Basilicata.

Le parole del ministro Speranza

In concomitanza con le riaperture dei confini regionali il ministro della Salute Roberto Speranza ha rilasciato un suo messaggio di invito alla prudenza per non gettare alle ortiche il lavoro fatto fino a oggi.

"Bisogna procedere con cautela e prudenza e le regole che abbiamo imparato in queste settimane dobbiamo continuare a seguirle perché sono la chiave per la battaglia contro il Covid. Il virus è ancora molto pericoloso. Noi abbiamo fatto scelte drastiche e gli uomini e le donne di questo paese hanno fatto sacrifici enormi. È stato fatto un pezzo di strada importante ma la battaglia ancora non è vinta."

Tema:
Coronavirus in Italia: voglia di normalità (20 maggio - 11 giugno) (168)

Correlati:

Vendita mascherine, arriva l’ordinanza della Protezione civile per Farmacie
TikTok dona 5 milioni di euro a Protezione civile e Ordine degli infermieri
Bollettino di oggi: 152.844 guariti (+2.240), 33.229 deceduti (+87), 46.175 casi attuali (-1.811)
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook