23:26 23 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
2014
Seguici su

Come da programma, il capo dello Stato si è recato quest'oggi a Codogno, nella Bassa Lodigiana, comune simbolo della lotta al Covid-19.

In occasione della Festa della Repubblica, il presidente Sergio Mattarella si è recato a Codogno, città simbolo della pandemia di Covid-19 che ha colpito l'Italia e il mondo negli ultimi mesi.

Alla presenza delle autorità locali, nella casa comunale di Codogno, il capo dello Stato si è rivolto agli italiani, indicando proprio il piccolo centro della Bassa Lodigiana come esempio dal quale ripartire:

"Qui nella casa comunale di Codogno oggi è presente l'Italia della solidarietà, della civiltà, del coraggio. In una continuità ideale in cui celebriamo ciò che tiene unito il nostro Paese: la sua forza morale. Da qui vogliamo ripartire. Con la più grande speranza per il futuro", ha riferito Mattarella.

La visita del presidente della Repubblica assume un valore altamente simbolico, dal momento che proprio a Codogno nella notte tra il 20 e il 21 febbraio venne individuato il cosiddetto 'paziente zero' di SARS-CoV2.

Ieri sera, in un discorso trasmesso in diretta TV, Sergio Mattarella ha lanciato un appello all'unità morale del Paese, per ripartire in seguito alla crisi sanitaria:

"Siamo orgogliosi di quanto hanno fatto tutti gli operatori della sanità e dei servizi essenziali che, spesso rischiando la propria salute, hanno consentito all'intera nostra comunità nazionale di respirare mentre la gran parte delle attività era ferma", ha detto Mattarella nel suo discorso di ieri.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook