16:57 29 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus: superati i 5 milioni casi nel mondo (21 maggio-22 giugno) (148)
114
Seguici su

I turisti austriaci potranno venire in Italia evitando però le aree dove la situazione epidemiologica è ancora "calda", si apprende da fonti Ansa.

L'Austria riaprirà da metà giugno i confini ai turisti, che potranno entrare nel Paese senza sottoporsi a un periodo di quarantena. Con l'apertura delle frontiere, i cittadini austriaci potranno entrare in Italia "qualora l'andamento epidemiologico lo consentirà".

In alternativa le frontiere verranno riaperte ad eccezione di quelle regioni colpite più duramente dalla pandemia. Così riferiscono alcune fonti riportate da Ansa. 

A metà maggio Vienna aveva aperto un corridoio Covid-free con alcuni Stati meno colpiti dalla pandemia, come Svizzera, Repubblica Ceca, Slovenia, Svizzera, Ungheria, Liechtenstein e Germania. 

Il cancelliere Sebastian Kurz, che in un primo momento aveva congelato qualsiasi discussione sulla riapertura con l'Italia, nei giorni scorsi era tornato indietro sui propri passi mostrandosi più possibilista. 

"La situazione in Italia è quella più difficile. Cerchiamo comunque a breve una soluzione. I dettagli non saranno presentati prima di mercoledì". Questa una sua dichiarazione riportata dal quotidiano La Stampa. 

Nei giorni scorsi, il ministro degli Esteri italiano, Luigi Di Maio, aveva annunciato "ripercussioni" nei confronti di quegli Stati che non avrebbero riaperto all'Italia. 

"Crediamo nello spirito europeo, ma siamo pronti a chiudere le frontiere a chi non ci rispetta", ha avvertito Di Maio, riferendosi alla possibilità paventata da diversi partner Ue di impedire l'ingresso di cittadini italiani sul proprio territorio nazionale", aveva dichiarato al Corriere della Sera. 

Da mercoledì 3 giugno l'Italia riaprirà i confini ai Paesi comunitari e Schengen. 

Tema:
Coronavirus: superati i 5 milioni casi nel mondo (21 maggio-22 giugno) (148)
Tags:
Coronavirus, Austria, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook