14:14 08 Luglio 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia: voglia di normalità (20 maggio - 11 giugno) (168)
523
Seguici su

La categoria dei medici, in prima linea nella lotta al coronavirus, è stata tra le più colpite dalla malattia. In base ai dati Inail oltre sette su dieci contagi dei contagi sul posto di lavoro denunciati, riguardano gli operatori sanitari.

Si allunga la lista dei medici deceduti sulla prima linea della lotta anticovid. L'elenco che l'ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo) espone sul proprio sito ufficiale, per ricordare il sacrificio dei camici bianchi, si è tristemente esteso a 166 medici deceduti dall'inizio dell'emergenza sanitaria. 

Nonostante il regredire della malattia, altri sei medici hanno perso la vita nel mese di maggio, proprio mentre l'intero Paese assaporava gradualmente il ritorno alla normalità. 

Si tratta di: 

  • Antonio Costantini, medico neurologo,
  • Davide Cordero, medico anestesista,
  • Luigi Paleari, ex primario di Anestesia e Rianimazione, 
  • Leonardo Panini, medicina generale, 
  • Cesare Landucci, medico internista in pensione, esercitava come professionista; 
  • Ugo Milanese, cardiologo in pensione, ma continuava a esercitare la professione come libero professionista.

Contagi sul luogo di lavoro

Il terzo rapporto Inail mostra una maggiore incidenza dei contagi di origine professionale tra medici, infermieri e operatori sanitari. Le denunce di contagi sul luogo di lavoro sono continuate anche dopo l'inizio della fase due. 

Dal rapporto emerge infatti, come da fine febbraio al 15 maggio si attestano a 43.339 i contagi di origine professionale denunciati all'Inail, in aumento di circa  6.000 dall'inizio della fase 2, rispetto ai 37.352 positivi della rilevazione al 4 maggio. Nello stesso periodo casi di infezione con esito mortale sono stati 171, 41 in più rispetto al monitoraggio precedente. Sono questi i dati che emergono nel terzo report elaborato dalla Consulenza statistico attuariale dell’Istituto, con la collaborazione della Direzione centrale organizzazione digitale. 

Alla data delle rilevazioni oltre il 72% dei contagi denunciati riguarda il personale ospedaliero e delle residenza assistenziali. 

L'11,4% delle denunce sono arrivate dai medici, mentre i decessi dovuti alla malattia contratta sul luogo di lavoro riguarda i medici per il 15,6% del totale. 

 

Tema:
Coronavirus in Italia: voglia di normalità (20 maggio - 11 giugno) (168)
Tags:
Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook