15:35 28 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 02
Seguici su

Tabacco e lockdown, quale effetto ha avuto l'essere costretti in casa sulla psicologia dei fumatori e delle fumatrici. I dati dell'Iss mostrano dati chiaramente contrastanti.

Cosa è successo ai fumatori italiani durante il lockdown? Secondo i dati forniti dall’Istituto superiore di sanità in concomitanza con la ‘Giornata mondiale senza tabacco’, è diminuito il consumo di sigarette tradizionali, in compenso è aumentato l’uso della sigaretta elettronica e di tabacco riscaldato. Molti, poi, quelli che hanno provato per la prima volta queste nuove forme durante il periodo di chiusura in casa.

Chi invece ha continuato a fumare sigarette tradizionali ne ha aumentato il consumo.

I dati dell’Iss sono il frutto di una ricerca condotta in collaborazione con l’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri, l’Università San Raffaele, l’Ispro e Doxa.

Buone notizie

Durante il lockdown hanno smesso di fumare circa 630 mila persone, di cui 334 mila uomini e 295 mila donne. I giovani sono tra quelli che hanno smesso più di tutti, in particolare nella fascia 18-34 anni sono 206 mila in meno, mentre nella fascia 35–54 anni hanno smesso in 270 mila. Per quanto riguarda la fascia di età 55-74 anni hanno smesso di fumare in 150 mila.

Il lato negativo

Di converso circa 3,9 milioni di persone hanno aumentato il consumo di sigaretta o addirittura iniziato a fumare per la prima volta. Sono 218 mila i nuovi fumatori creati dal lockdown.

Tra i fumatori che hanno aumentato il consumo sono in particolare le donne ad aver aumentato in modo consistente il consumo: +15,2% rispetto al +3,6% degli uomini.

I produttori di svapatori saranno contenti sapere che durante il lockdown ne sono stati acquistati o comunque usati 436mila in più da altrettante persone.

Il video emozionale che invita a non fumare più

L’Iss ha creato un video emozionale, disponibile su YouTube e visibile qui sotto, per descrivere gli effetti devastanti del fumo di sigaretta sulla salute.

L’Iss oltre al video mette a disposizione il numero verde 800 554088 per quanti vogliono smettere di fumare. Il servizio Telefono Verde è a disposizione dei fumatori, i quali dovrebbero sapere che il fumo aumenta notevolmente i rischi di contrarre la forma più grave della malattia Covid-19.

 

Correlati:

In Spagna neutralizzata la prima fabbrica di tabacco sotterranea (illegale) in Europa
OMS mette in guardia scienziati, media: sostengono che tabacco riduce rischio Covid-19
India, elefante si apparta nella foresta per fare la pausa sigaretta - Video
Tags:
Coronavirus, sigarette, Tabacco
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook