21:13 31 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia: voglia di normalità (20 maggio - 11 giugno) (168)
1 0 0
Seguici su

L'assessore al Welfare della Lombardia è intervenuto all'inaugurazione del nuovo padiglione del reparto di terapia intensiva dell'ospedale Sacco di Milano.

Intervenendo all'inaugurazione del nuovo padiglione del reparto di terapia intensiva dell'ospedale Sacco di Milano, l'assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera ha evidenziato la potenza distruttiva della pandemia di coronavirus, arrivata come un fulmine a ciel sereno nel sistema sanitario lombardo.

"Quello che è capitato è stata una bomba atomica che è caduta sul nostro territorio, che ha evidenziato la fragilità dell'essere umano. Noi che stavamo ragionando su come sconfiggere il cancro attraverso terapie innovative che avrebbero consentito di arrivare a chissà quali traguardi, ci siamo trovati nudi di fronte a un virus che ha travolto e devastato soprattutto questo territorio".

Secondo Gallera, la Lombardia è stata particolarmente colpita da Covid-19 "per la nostra caratteristica di essere aperti al mondo, un luogo di mille contaminazioni, collegamenti, il territorio più produttivo, abbiamo subito più di tutti".

Gallera ha sottolineato come alla luce dell'esperienza maturata sul campo al momento si lavori per essere pronti ad una possibile seconda ondata di contagi del coronavirus ad inizio autunno.

"Stiamo lavorando perché qualsiasi cosa dovesse succedere tra qualche settimana, a ottobre, trovi un sistema molto pronto in grado di fare in modo che i posti letto in terapia intensiva vengano utilizzati il meno possibile".

Dopo aver elogiato il ruolo dell'ospedale Sacco di Milano nella gestione dell'emergenza, l'assessore ha sottolineato che la struttura "rimarrà un grande pilastro nella gestione del Covid e delle malattie infettive e sarà uno dei nostri grandi centri della pianificazione che stiamo facendo".

Nella giornata di ieri si è saputo che la Procura di Bergamo, la zona più colpita dal coronavirus per numero di casi e vittime, ha convocato come persone informate dei fatti il governatore Attilio Fontana e proprio l'assessore al Welfare Giulio Gallera in merito al fascicolo aperto sulla mancata chiusura del pronto soccorso di Alzano Lombardo, nonché sulla situazione delle Rsa nel bergamasco. Nei prossimi giorni entrambi dovrebbero essere ascoltati riguardo a quanto accaduto.

Secondo l'ultimo bollettino della Protezione Civile sulla situazione epidemiologica di Covid-19, la Lombardia è la regione con il maggior numero di nuovi casi: nella giornata di ieri dei 593 nuovi tamponi positivi, 382 (oltre il 60%) sono stati rilevati proprio in Lombardia.

Tema:
Coronavirus in Italia: voglia di normalità (20 maggio - 11 giugno) (168)
Tags:
Coronavirus, Italia, Lombardia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook