18:53 19 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 02
Seguici su

Migliaia di persone in strada, molte delle quali senza mascherina, bottiglie per terra e auto che hanno utilizzato i marciapiedi come corsie preferenziali. Questo ed altro è avvenuto la scorsa notte a Napoli, nel primo week end post-lockdown.

E' stata una notte da ricordare, in negativo, a Napoli, dove le strade sono state bloccate fino alle 4 del mattino, con bivacchi e assembramenti di persone che non si vedevano da mesi.

"Una follia collettiva" la hanno definita quelli che, nel primo sabato post-lockdown, si sono trovati a passare per il lungomare della città partenopea. 

I testimoni parlano di migliaia di persone, molte anche senza mascherina, che hanno affollato le strade fino a tarda notte, sebbene sia da registrare come i locali abbiano rispettato l'ordinanza che imponeva il limite della chiusura alle 23.

Il risultato è stato quello di decine e decine di bottiglie sparse e rifiuti disseminati lungo via Caracciolo, per uno spettacolo sicuramente poco bello da vedere.

"Tra clacson e schiamazzi non è stato possibile dormire - ha detto. a Il Mattino un residente che ha l'abitazione di fronte al porticciolo di Mergellina - C'erano assembramenti di giovani, la gente sembrava impazzita dopo due mesi di lockdown. Mergellina era completamente paralizzata: via Caracciolo, piazza Sannazaro, piazzetta del Leone. La situazione si è normalizzata solo dopo le 4. È stato un inferno"

Quello di ieri è stato il primo sabato dopo oltre due mesi di lockdown, con le forze dell'ordine che hanno intensificato i controlli per favorire il rispetto delle norme anti-coronavirus.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook