09:58 29 Maggio 2020
Italia
URL abbreviato
3616
Seguici su

Si ragiona su un finanziamento a fondo perduto da 500 miliardi, una "svolta storica" per la Germania che accetta uno strumento di indebitamento comune. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte.

Il premier Conte è soddisfatto per gli aiuti ottenuti dall'Europa, tra cui il Recovery Fund da 500 miliardi di euro. Una svolta che definisce storica, perché la Germania "accetta la logica del debito comune europeo e addirittura accetta la proposta condivisa con la Francia, che ci siano contributi a fondo perduto sino a 500 miliardi". Queste le parole del Presidente del Consiglio riportate dal Corriere della Sera, Repubblica e il Messaggero.

Lo strumento finanziario sarà quello di un debito europeo comune, spalmato su un periodo di circa trent'anni. Per Conte è "un passaggio epocale" e si può "essere ancora più ambiziosi", facendo a meno del Mes. 

"Il Mes non è un mio obiettivo anche per una questione di consistenza, al di là delle condizionalità e delle sensibilità politiche interne. Non è una soluzione", ribadisce il premier. 

"Se vado in banca e chiedo 37 miliardi poi li devo restituire - spiega Conte - Se si può evitare è meglio. Nella prospettiva franco-tedesca stiamo parlando di 500 miliardi a fondo perduto, ma bisogna lavorarci, sono giorni cruciali". 

La stabilità sociale

Gli interventi del governo sono volti soprattutto ad evitare le tensioni sociali, che il premier dichiara di non aver mai sottovalutato. 

"E' stata una mia preoccupazione sin dall'inizio, l'ho detto subito ai ministri che questa emergenza sanitaria si sarebbe potuta trasformare in un attimo in un'emergenza sociale ed economica", osserva. "C'è tanta sofferenza e ristrettezza economica - aggiunge - ma gli italiani stanno dando prova di responsabilità. Quando uso queste parole non le uso a caso. I cittadini hanno dimostrato una grande capacità di resilienza, noi abbiamo capacità e risorse per rilanciarci".

Sono stati i sacrifici compiuti dagli italiani a permettere l'uscita dal lockdown e la riapertura della maggior parte delle attività commerciali, sottolinea Conte.

"L'impegno del governo per garantire la salvaguardia dei posti di lavoro è massimo- prosegue. - Questo attraverso il sostegno al reddito di milioni di lavoratori dipendenti, ai quali è stata assicurata la cassa integrazione, e il blocco dei licenziamenti".

La stabilità del governo

Il premier accenna alla ritrovata alleanza con Italia viva sulla fiducia al ministro della Giustizia Bonafede. Un voto che permette all'esecutivo di ristabilire un'armonia dopo mesi di tensioni e ultimatum

"Quella di sostenere il governo è stata una decisione importante" commenta Giuseppe Conte, che permetterà alla maggioranza "di progettare un percorso comune sui temi". Tra questi l'apertura di cantieri e family act. 

Alla domanda su un possibile rimpasto di governo, dopo il voto determinante di 17 senatori di Italia viva, il premier risponde: "non li immiserite, questa è una questione di prospettiva e di strategia".

Tags:
Giuseppe Conte, MES, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook