04:28 11 Luglio 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia: prosegue la fase 2 (10-20 maggio) (105)
137
Seguici su

Riaprono oltre 800mila imprese oggi 18 maggio, è la Fase 2 avanzata a cui seguirà una ulteriore riapertura di attività a fine mese e poi a giugno. Ma come comportarsi nei locali aperti?

Da oggi 18 maggio riaprono oltre 800mila attività commerciali in tutta Italia ha comunicato Confcommercio pochi giorni fa. Siamo quindi nella Fase 2 avanzata che riapre quasi tutte le attività, ad eccezione delle palestre, dei teatri e dei cinema. Questi ultimi dovranno attendere metà giugno.

Non mancano le eccezioni regionali, ma è la nuova e più ampia autonomia ottenuta da queste ultime durante la conferenza Stato-Regioni. Un vero braccio di ferro protrattosi fino a notte fonda per strappare maggiori autonomie sulle riaperture e i vincoli.

Alcune regole sono però valide per tutti e fornite dal Governo con l’ultimo Dpcm, ma anche dall’Inail per le attività commerciali.

Le regole di base valide per tutti

Il distanziamento fisico è alla base di tutte le regole, con un minimo di un metro in bar e ristoranti e in tutti gli altri luoghi al chiuso e all’aperto.

Obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi e quindi anche nei negozi di abbigliamento mentre ci si provano gli abiti.

Ma alcune regioni hanno già da tempo obbligato le persone a indossare la mascherine in pubblico ovunque si trovino, anche quando passeggiano nei parchi o per strada.

La terza regola per alcune delle attività che ripartono oggi è l’accesso su prenotazione. Barbieri, parrucchieri, centri benessere e anche i ristoranti ed i pub, dovranno lavorare su prenotazione dei posti.

Al bancone del bar

Al bar si entra contingentati e al bancone si sosta dove indicano i segni posti sulla pavimentazione o sul bancone dall’esercente. Bisogna stare lontani e ovviamente si toglie la mascherina nel sorseggiare il caffè o mentre si mangia la brioche. Poi si rimette la mascherina e si va via, mentre il personale deve portare la mascherina per tutto il tempo.

Al ristorante e in pizzeria

Mascherina quando si accede al ristorante e ci si siede al tavolo nella pizzeria dove si è prenotato il posto. La mascherina si toglie durante il pasto, ma separatori in plexiglass e in altro materiale ci separeranno dagli altri avventori.

Barbieri e parrucchieri

Fare la barba sarà di nuovo possibile, come tagliare i capelli dopo oltre due mesi. Il nostro barbiere dovrà indossare sempre la mascherina e la visiera trasparente per tutelare la propria salute.

Identico discorso per i parrucchieri, a cui è raccomandato dalle linee guida Inail di stare il più possibile dietro la cliente.

Negozi di abbigliamento

I capi si possono provare oppure no? I capi di abbigliamento si possono provare, ma il responsabile dell'attività dovrà poi provvedere alla loro sanificazione. Questo è un problema non di poco conto per un negozio di abbigliamento, perché non può certo lavare un capo nuovo. Alcuni potrebbero vietare del tutto la prova degli indumenti, mentre altri si sono attrezzati con getti di vapore ad alta temperatura o altri strumenti in grado di sanificare gli indumenti o la rotazione di 48 ore.

Tema:
Coronavirus in Italia: prosegue la fase 2 (10-20 maggio) (105)

Correlati:

Sardegna, dal 18 maggio ripartono i voli ma resta il problema spiagge
Fase 2, ecco cosa si potrà fare da lunedì 18 maggio
Fase 2, Conte firma il Dpcm sulle riaperture. Ecco cosa riparte il 18 maggio
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook