17:29 08 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
0 04
Seguici su

La società Fca Italy S.p.a. conferma in un comunicato stampa di avere avviato una linea di credito volta a sostenere l’Automotive italiano grazie alle misure previste dal Decreto Liquidità. A tale proposito è stato avviato un dialogo con il primo gruppo bancario italiano, Intesa Sanpaolo.

Alla luce delle recenti indiscrezioni pubblicate sulla stampa la Fca Italy conferma di aver avviato una procedura con il Ministero dell’Economia e Finanze - MEF, e il Ministero dello Sviluppo Economico - MISE, al fine di ottenere una garanzia da SACE, l’agenzia italiana per il credito all’export (parte del gruppo a partecipazione statale Cassa Depositi e Prestiti S.p.A.), secondo le misure previste dal nuovo Decreto Liquidità recentemente emanato. Lo riferisce la società stessa attraverso un comunicato stampa.

A tale proposito la società dichiara di aver iniziato un dialogo con la Banca Intesa Sanpaolo per una linea di credito a tre anni, destinata esclusivamente alle attività italiane del Gruppo FCA e al sostegno della filiera dell’automotive in Italia, composta da circa 10.000 piccole e medie imprese.

"In base ad un innovativo meccanismo, applicato inizialmente alla filiera automotive, tutte le erogazioni derivanti dalla linea di credito sarebbero gestite attraverso conti correnti dedicati, accesi con Intesa San Paolo al solo scopo di supportare la gestione operativa dei pagamenti alla filiera italiana dei fornitori, sostenendone i livelli di liquidità e garantendo al contempo la
ripartenza delle produzioni e gli investimenti negli impianti italiani. In base alle disposizioni del Decreto Liquidità l’ammontare della linea di credito dovrebbe essere pari al 25% del fatturato consolidato delle società industriali del gruppo FCA in Italia e cioè fino a €6,3 miliardi" si legge nel comunicato stampa di Fca.

Tale accordo riconoscerebbe il ruolo del settore automobilistico nazionale, tra cui la Fca, come fulcro nella ripartenza del sistema industriale italiano.

"La nuova linea di credito, che si inserirebbe nell’ampio programma di FCA per una ripresa in sicurezza delle attività in Italia, farebbe seguito a un periodo senza precedenti, in cui le azioni tempestive messe in atto per mettere al sicuro dipendenti, famiglie e comunità durante l’emergenza da Covid-19, hanno comportato il totale blocco della produzione e delle attività di
vendita di FCA in Italia, con un drastico e inevitabile impatto sul breve e medio termine dell’intero ecosistema automobilistico" si continua a leggere nel comunicato stampa di Fca.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook