16:28 01 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia: prosegue la fase 2 (10-20 maggio) (105)
2011
Seguici su

Con l'avvio della Fase 2 anche le spiagge sono in fase di riapertura ed i lavoratori che si occupano del salvataggio dei bagnanti si preparano a riprendere servizio, ma con alcune modifiche. Obbligatorie mascherina e guanti, vietata la respirazione bocca a bocca.

I protocolli sul salvataggio in mare e le tecniche di rianimazione ai tempi del Covid-19 dovranno subire delle modifiche per mantenere le distanze e prevenire il contagio del virus. Nonostante non sia ancora nota una data precisa per le riaperture nelle varie Regioni, è sicuro che la ripresa del servizio dovrà arrivare con guanti, mascherine e senza la possibilità di effettuare respirazione bocca a bocca.

Secondo le linee guida dell'Ilcor, l'istituto internazionale che elabora i protocolli per chi si occupa di rianimazione, la valutazione della coscienza non sarà effettuata come prima:

"Non andrò più vicino alla bocca per controllare che la persona respiri, ma si farà tutto visivamente" afferma Gianni Mazzotti, segretario della sede riminese della Società Nazionale di Salvamento e istruttore.

Per quanto riguarda invece il massaggio cardiaco, quest'ultimo verrà effettuato coi guanti, che saranno sempre sulla torretta del marinaio di salvataggio, insieme a igienizzante e mascherina. L'obbligo della mascherina resta nei casi in cui il bagnino sia a contatto con i bagnanti, mentre non dovrà indossarla in caso di salvataggio in acqua data l'impossibilità di utilizzare il dispositivo.

In caso di salvataggio in acqua, i dispositivi andranno indossati una volta sul moscone o appena arrivati a riva e la persona salvata, se cosciente, dovrà ricevere la maschera non appena portata sulla spiaggia, mentre se incosciente sarà effettuato il massaggio cardiaco. Una volta affidato il bagnante malcapitato ai sanitari, sarà necessario sanificare tutto il sanificabile, gettando invece gli altri prodotti monouso, compresi gli ambu. Tra i dispositivi di cui verranno dotati i baywatch nostrani anche degli occhialini.

In Emilia Romagna le spiagge riapriranno lunedì 18 maggio ma al momento sarà consentito soltanto effettuare passeggiate e attività sportiva. Per accedere agli stabilimenti della costa, invece, sarà necessario aspettare fino al 25 maggio.

Secondo il decreto Rilancio approvato dal premier Conte, dal 18 maggio si potrà tornare in spiaggia, dove sarà necessaria la distanza di un metro fra le persone, su spiagge libere e lidi, e non saranno permessi i giochi di gruppo. Si potrà giocare a racchettoni, fare surf e nuoto. Per gli sport di squadra sarà necessario "rispettare le disposizioni delle istituzioni competenti".

Tema:
Coronavirus in Italia: prosegue la fase 2 (10-20 maggio) (105)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook