09:54 05 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia, contagi in calo: inizia la fase 2 (2 - 10 maggio) (123)
211
Seguici su

La Guardia di Finanza, nell’attività di monitoraggio del Web per il controllo del commercio illecito di prodotti, ha sequestrato numerose offerte di vendita per dispositivi contraffatti, kit diagnostici fai-da-te e farmaci “per la cura del Coronavirus” falsamente pubblicizzati.

Dall'inizio dell'epidemia del Coronavirus le Fiamme Gialle hanno monitorato le attività sul Web per contrastare il commercio illecito di prodotti relativi all'emergenza come dispositivi di protezione individuale, gel disinfettanti e farmaci "anticoronavirus".

Il Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza, durante l'operazione Amuchina coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano, ha sequestrato a partire da febbraio 63 offerte di vendita presenti sui portali di e-commerce Amazon e E-bay, di prodotti connessi alla prevenzione dell’epidemia, mascherine e gel disinfettanti, presenti a prezzi esorbitanti rispetto ai costi di produzione e di distribuzione.

L'ultimo sequestro, disposto dal G.I.P. su richiesta della Procura della Repubblica di Milano, riguarda altre 146 offerte di vendita, presenti sui principali portali di e-commerce Amazon, E-bay, Wish e Alibaba ma anche singoli siti di vendita dedicati, sottoponendo ad attento screening anche le offerte di vendita riguardanti kit diagnostici “fai-da-te” del Coronavirus.

​"Si tratta di pacchetti contenti dispositivi per prelevare il sangue e verificare, tramite reagenti, la presenza di anticorpi specifici che si sviluppano a seguito della malattia. Si tenga presente che, prendendo a riferimento le linee guida del Ministero della Salute, non esistono al momento kit commerciali per confermare “in casa” la diagnosi di infezione da nuovo coronavirus, che deve essere eseguita nei laboratori di riferimento Regionale secondo i protocolli indicati dall’Organizzazione mondiale della Sanità" si legge nel comunicato stampa della Guardia di Finanza, in cui le autorità hanno ribadito l'importanza di non comprare tali prodotti data la loro pericolosità.

Proseguendo con l’azione investigativa, questa è stata finalizzata all’individuazione e al sequestro di offerte di vendita di farmaci "per la cura del Coronavirus", falsamente e pericolosamente proposti per terapie "fai da te" in funzione anti contagio. Tra i più noti all’attenzione pubblica si possono citare i farmaci Avigan, Favipiravir, Tocilizumab, Remdesivir.

I responsabili delle offerte relative a farmaci e kit diagnostici, tutti soggetti esteri operanti sulle principali piattaforme di e-commerce, hanno posto in essere condotte illecite per frode in commercio data la non comprovata efficacia di diagnosi della malattia e di cura della stessa.

I controlli delle autorità della Guardia di Finanza dall'inizio dell'epidemia hanno portato a numerosi sequestri, in tutte le zone d'Italia, di dispositivi di protezione individuale, gel disinfettanti e prodotti non omologati. L'ultimo sequestro è stato effettuato a Catania, dove la confisca ha riguardato oltre 22mila prodotti contraffatti tra cui mascherine.

Tema:
Coronavirus in Italia, contagi in calo: inizia la fase 2 (2 - 10 maggio) (123)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook