04:55 02 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia, contagi in calo: inizia la fase 2 (2 - 10 maggio) (123)
0 01
Seguici su

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania ha sequestrato oltre 22 mila articoli presumibilmente contraffatti e mille mascherine di protezione individuale non sicure in un'esercizio commerciale di San Giovanni La Punta. Il titolare dell'attività è stato denunciato.

Le Fiamme Gialle di Catania hanno sequestrato, durante un controllo in un'attività commerciale di San Giovanni La Punta circa 22 mila prodotti contraffatti e mille mascherine di protezione individuale (Dpi) non sicure. 

Durante un'ispezione degli agenti presso l'attività commerciale gestita da una persona di nazionalità cinese, il cui scopo era di effettuare un controllo sulla merce, le autorità hanno sequestrato migliaia di prodotti contraffatti, compresi dispositivi di protezione individuale: nell’area di vendita commerciale e il sottostante deposito erano presenti giocattoli e accessori di abbigliamento con marchio presumibilmente contraffatto, nonché dispositivi di protezione individuale (FFP: Filtering Face Piece), privi del marchio Comunità Europea pronti a essere distribuiti in occasione delle riaperture delle attività commerciali.

  • La marcatura CE indica che un prodotto, importato da un Paese della Comunità Europea, è conforme alle leggi dell’UE e che può quindi liberamente circolare all’interno del mercato unico.
  • Le aziende cinesi, per aggirare l’ostacolo di questa certificazione di qualità, si sono "consorziate" e hanno creato il marchio alternativo CE, che sta invece per "China Export".

Al momento del controllo non sono stati esibiti documenti commerciali e fatture che attestassero la provenienza della merce e il regolare acquisto da operatori economici cinesi autorizzati all’esportazione in Italia.

Il titolare dell'attività, dopo il sequestro della merce, è stato denunciato alla locale autorità giudiziaria per violazione dell'introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi, frode nell’esercizio del commercio e ricettazione.

Ieri la Guardia di Finanza di Torino è riuscita a sequestrare una partita di oltre 10.000 mascherine illegalmente certificate da un'azienda cinese.

Tema:
Coronavirus in Italia, contagi in calo: inizia la fase 2 (2 - 10 maggio) (123)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook