07:49 27 Maggio 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia, contagi in calo: inizia la fase 2 (2 - 10 maggio) (123)
242
Seguici su

Il consiglio della provincia autonoma ha approvato la legge per la "riapertura graduale", che entra in vigore da oggi. Ecco come ripartirà Bolzano.

Bolzano vuole "affrontare questa Fase 2 all'insegna dell'applicazione della nostra autonomia”. Con queste parole il presidente Arno Kompatscher annuncia il piano per "la ripresa graduale delle libertà di movimento delle cittadine e dei cittadini, delle attività economiche e delle relazioni sociali”, che la provincia autonoma ha votato questa notte. 

“Al centro mettiamo la sicurezza e il senso di comunità. - spiega Kompatscher - Questa Fase 2 e la ripartenza possono avere luogo solo se tutti si attengono alle regole. Confidiamo pertanto nell’autodisciplina e nel senso di responsabilità dei cittadini”.

La  legge, che è passata con con 28 sì, 6 astensioni e un voto contrario, contiene le misure per il contenimento del contagio del coronavirus e la graduale riapertura di tutte le attività. La prima cosa che viene ripristinata è la totale libertà di movimento all'interno della regione, ma si apre anche alla possibilità di spostamenti fra le altre regioni e internazionali. 

 

Le misure di sicurezza

Si riapre ma in sicurezza, ovvero se si predispongono i locali con quelle misure che consentono il rispetto di standard igienici e se si riesce a rispettare la regola del distanziamento. Ecco cosa prevede la legge: 

  • uso obbligatorio di mascherine e guanti monouso
  • distanza di sicurezza di 2 metri
  • dispenser con disinfettante per mani all'entrata e all'uscita dei negozi 
  • regola 1/10, stabilisce quante persone possono stare in una sala in rapporto alla superficie del locale, 10 mq per persona presente
  • impiegati devono indossare guanti e mascherina, soprattutto nelle attività alimentari
  • aree di cassa separate con dispositivi di protezione
  • orario massimo di apertura sino alle 22

Negozi aperti da subito

A pochi giorni dall'inizio della fase 2 sul territorio nazionale, la provincia autonoma di Bolzano decide di riattivare immediatamente il commercio al dettaglio di ogni genere, con un largo anticipo rispetto al resto d'Italia.

Il piano di ripartenza prevede la riapertura delle saracinesche di negozi, laboratori di artigianato e di ogni genere di attività commerciale e industriale, che tornano operative dall'entrata in vigore della legge, cioè da oggi. 

Parrucchieri, barbieri e estetisti

I centri d'estetica, negozi di parrucchieri e barbieri, riprenderanno l'attività a partire dall'11 maggio. 

Per la caratteristica dell'attività, che obbliga a distanze inferiori al metro e alla permanenza prolungata dei clienti nel locale, gli operatori dovranno utilizzare mascherine fpp2. I clienti potranno accedere ai locali dopo aver misurato la temperatura corporea. 

Ristoranti e bar

Dall'11 maggio riapriranno anche bar, ristoranti, pasticcerie, servizi di somministrazione di alimenti. L'apertura è condizionata al rispetto della normativa di sicurezza. 

Gli avventori all'interno del locale non dovranno superare il numero di posti a sedere disponibile. I tavolini dovranno essere distanziati di due metri. Potranno sedersi allo stesso tavolino i membri conviventi della stessa famiglia, per cui non varranno regole di distanziamento. 

Il distanziamento potrà essere ridotto grazie all'uso di appositi separatori. Impiegati e avventori dovranno utilizzare dispositivi di protezione e disinfettare le mani. Solo a tavola si potrà fare a meno della mascherina. 

Asili e servizi per l'infanzia

Dal 18 maggio si riattiveranno asili, scuole, servizi per l'infanzia e i progetti per l'estate. Le condizioni saranno particolarmente rigide, perché i servizi saranno riservati a gruppi ristretti, di quattro per bambini di età inferiore ai 6 anni, di sei se superiore. Inoltre nelle Tagesmütter e nelle strutture in genere si dovranno evitare i contatti fra i diversi gruppi. 

Verrà data la precedenza alle famiglie con difficoltà a seguire i figli per ragioni lavorative. Laddove possibile le attività dovranno svolgersi all'aperto. 

Turismo

Alberghi e hotel riapriranno il 25 maggio. Verranno istituite delle specifiche  "Covid-Protected-Area", dove tutti i dipendenti e gli ospiti sono testati e negativi al Sars-Cov-2. In queste strutture sarà possibile offrire l'attività di piscine, piscine coperte e saune. 

In generale nei luoghi comuni si applica la regola di 1/10 e sarà consentito l'accesso alle piscine solo se all'aperto. Il personale dovrà essere dotato di guanti e mascherine. 

Spostamenti

Gli spostamenti all'interno del territorio provinciale e in trentino saranno totalmente liberi. Quelli verso le altre regioni devono essere motivate da ragioni di lavoro, salute, o urgenza. Prevista la possibilità di varcare i confini con Austria e Svizzera. 

Continuerà a valere il divieto di assembramenti, il distanziamento interpersonale, mentre si consiglia l'utilizzo di Dpi. 

Infine la riapertura dell'11 includerà le attività sportive, con divieto di manifestazione, culturali e la riapertura dei musei. 

 

Tema:
Coronavirus in Italia, contagi in calo: inizia la fase 2 (2 - 10 maggio) (123)
Tags:
Coronavirus, Bolzano, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook