09:22 27 Maggio 2020
Italia
URL abbreviato
111
Seguici su

Nelle ultime settimane la questione della ripresa delle funzioni religiose era stata causa di un'inasprimento dei toni in Parlamento.

Questa mattina la Camera ha approvato a maggioranza, con 331 voti a favore, 2 contrari e 134 astenuti gli emendamenti al decreto riguardante le misure anti-coronavirus, e che dispongono il progressivo riavvio delle funzioni e delle celebrazioni religiose.

Pur con diverse astensioni, il Parlamento è riuscito a mettere la parola fine su una questione decisamente delicata e che aveva causato diverse tensioni nei giorni scorsi e che avevanio portato Lega, FI, FdI e Noi con l'Italia a sostenere il diritto di ripristinare le funzioni religiose e lo svolgimento delle messe.

L'Aula ha detto sì agli emendamenti presentati dai deputati Ceccanti (PD), De Filippo (IV), Occhiuto, Gelmini e altri (FI) dopo che è stato raggiunto l'accordo con la CEI perché le funzioni possano essere tenute in condizioni di piena sicurezza.

"Credo che sia stato importante approvare poco fa l’ottima riformulazione del mio emendamento 1.50 che consente di riaprire in sicurezza alla libertà di culto con protocolli con le varie confessioni religiose", ha spiegato il deputato PD Stefano Ceccanti.

 

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook