04:48 02 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
661
Seguici su

La proposta della ministra dell'Agricoltura Teresa Bellanova di regolarizzare lavoratori immigrati nei campi e colf stranieri che lavorano nelle famiglie ha fatto scoppiare la rabbia del leader della Lega, pronto ad impedire questo piano "in ogni modo democratico, dentro e fuori Parlamento".

Matteo Salvini ha accusato il governo di trascurare i problemi degli italiani, molti dei quali ancora "chiusi in casa con la paura di perdere risparmi e lavoro", preferendo occuparsi della sanatoria di migliaia di immigrati clandestini.

"Una maxi sanatoria una regolarizzazione mai vista in precedenza, addirittura 600mila immigrati da sanare per decreto: follia. Adesso litigano, nel governo, fanno il mercato degli schiavi: 250, 300, 400mila", ha dichiarato sui social, bollando questo piano come una "follia" e promettendo di "impedirlo in ogni modo democraticamente permesso, dentro e fuori il Parlamento".

Allo stesso tempo sullo sfondo del progetto di sanatoria e sempre dai social il leader del Carroccio ha denunciato l'aumento degli sbarchi dei clandestini a Lampedusa, respingendo l'idea che il Paese diventi "un campo profughi".

​Ieri la ministra dell'Agricoltura Teresa Bellanova aveva fatto sapere di voler una sanatoria per 600mila immigrati che lavorano in nero, chiedendo permessi di soggiorno temporanei per lavoratori agricoli e badanti irregolari stranieri, per strapparli dalla criminalità e scongiurare "un'emergenza sociale e sanitaria".

Tags:
Lavoro, Immigrazione, Italia, Matteo Salvini, Lega
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook