10:11 29 Maggio 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia, contagi in calo: inizia la fase 2 (2 - 10 maggio) (123)
111
Seguici su

A queste conclusioni è arrivato uno studio della Coldiretti, che ha spiegato nel dettaglio come è cambiata la nostra dieta durante l'isolamento forzato, così come ha dato dei consigli su come ritornare al peso forma.

Con la guerra contro il coronavirus che prosegue nonostante l'allentamento delle misure anti-contagio scattato nella giornata di ieri, gran parte degli italiani si prepara (forse) ad una nuova battaglia, a cui forse non hanno mai rinunciato: quella contro la bilancia.

Secondo una stima di Coldiretti in occasione dell’avvio della Fase 2, con gli italiani costretti dal lockdown a rimanere a casa tra cucina e salotto e non poter fare sport all'aperto, la gente è in media ingrassata di almeno un paio di chili in 2 mesi di isolamento forzato.

Il motivo principale è stata la scelta di cibi altamente calorici.

"C’è stato un vero e proprio boom del cosiddetto “comfort food” ricco di calorie con una ordalia di zuccheri, grassi e carboidrati: +150% farine e semole, +14% pane, crackers e grissini, +7% pasta e gnocchi, +38% impasti base e pizze, +13% dolci, +24% primi piatti pronti oltre al +37% di olio semi usato per fritture di ogni tipo, dolci e salate nel periodo compreso tra il 16 marzo ed il 12 aprile, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno."

L'altro motivo è legato all'impossibilità di fare sport, con palestre e parchi chiusi ai runner, impedendo così alla gente di smaltire le calorie in eccesso.

"L'abbuffata è stata accompagnata dalla sospensione di qualsiasi attività sportiva e da una maggiore sedentarietà per la chiusura forzata in casa che ha ridotto il movimento fisico e favorito l’accumulo di peso".

Con l'inizio della Fase 2, che concede allenamenti individuali a ciclisti e runner, la perdita di peso diventa dunque un obiettivo prioritario per il 47% degli italiani. Proprio la geografia e il clima del Paese per la Coldiretti possono venire incontro alla voglia di rimettersi in forma dopo "l'ozio del lockdown".

"Un aiuto in questa stagione viene dalla grande disponibilità lungo tutta la Penisola di frutta e verdura che garantisce anche una riserva naturale di vitamine... dagli spinaci alla cicoria, dalle zucchine all’insalata, dai peperoni alle melanzane, dalle cipolle ai pisellini freschi, dagli asparagi ai fagiolini."

Lunedì 4 maggio l'Italia è uscita ufficialmente dal lockdown con l'allentamento delle misure anti-Covid, che prevede la riapertura di alcune attività economiche e sociali, pur mantenendo obbligatorie alcune norme di sicurezza sanitaria come l'uso dei dispositivi di protezione. Il giorno prima il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è intervenuto con un post dalla sua pagina Facebook per ribadire agli italiani di essere responsabili nella nuova fase di convivenza con il virus.

Tema:
Coronavirus in Italia, contagi in calo: inizia la fase 2 (2 - 10 maggio) (123)
Tags:
Coldiretti, dieta, Italia, Società
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook