11:07 13 Luglio 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia, contagi in calo: inizia la fase 2 (2 - 10 maggio) (123)
5427
Seguici su

La ministra dell'Agricoltura di Italia Viva punta ad una sanatoria per 600mila immigrati che lavorano in nero, chiedendo permessi di soggiorno temporanei per lavoratori agricoli e badanti irregolari stranieri, per strapparli dalla criminalità e scongiurare "un'emergenza sociale e sanitaria".

La ministra dell'Agricoltura Teresa Bellanova ha chiesto permessi di soggiorno temporanei per i migranti irregolari che lavorano in nero come braccianti nei campi o da badanti e colf nelle famiglie. La notizia è segnalata da La Repubblica.

"Chiedo che siano regolarizzati subito con permessi di soggiorno temporanei di sei mesi rinnovabili per altri sei mesi", ha dichiarato la ministra nell'ultima riunione tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ed i capogruppi delle forze politiche rappresentante nel Parlamento.

La ministra renziana è convinta di aver l'appoggio del capo del Viminale Luciana Lamorgese, responsabile per la regolarizzazione e le sanatorie degli immigrati, inoltre si è messa in contatto con la ministra del Lavoro pentastellata Nunzia Catalfo.

Secondo la Bellanova, i migranti ricevono retribuzioni da fame e vivono in condizioni disastrose, per cui è impossibile rispettare la norma del del distanziamento sociale necessaria per prevenire la diffusione del coronavirus, su cui in più di un'occasione si è espresso lo stesso premier Giuseppe Conte.

Inoltre la regolarizzazione dei migranti potrebbe migliorare la situazione nel settore agricolo che ha bisogno di manodopera per il raccolto: senza i lavoratori stranieri nei campi i prodotti marcirebbero.

"Il 75% di quei lavoratori sono immigrati...Nessuno vieta agli italiani di presentarsi come raccoglitori, ma la verità è che non lo fanno", sostiene Teresa Bellanova.

Beneficeranno delle misure proposte dalla ministra dell'Agricoltura circa 600mila lavoratori irregolari, attualmente presenti in Italia.

Oggi l'Italia esce ufficialmente dal lockdown con l'allentamento delle misure anti-Covid, che prevede la riapertura di alcune attività economiche e sociali, pur mantenendo obbligatorie alcune norme di sicurezza sanitaria come l'uso dei dispositivi di protezione. Ieri il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è intervenuto con un post dalla sua pagina Facebook per ribadire agli italiani di essere responsabili nella nuova fase di convivenza con il virus.

Tema:
Coronavirus in Italia, contagi in calo: inizia la fase 2 (2 - 10 maggio) (123)
Tags:
Lavoro, governo, Società, Agricoltura, Italia, Immigrazione
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook