00:21 28 Maggio 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia, contagi in calo: inizia la fase 2 (2 - 10 maggio) (123)
0 22
Seguici su

Dopo la "tregua" di ieri con l'apprezzamento dei "passi in avanti", il leader di Italia Viva minaccia ancora velatamente il premier, esortandolo a prendere decisioni per una ripresa seria.

Alla vigilia dell’inizio della tanto attesa Fase 2 con un'intervista al Corriere della Sera il leader di Italia Viva ha rinnovato le condizioni per proseguire la collaborazione con il governo del premier Conte e la maggioranza Pd-M5s.

"In Senato ho detto in faccia al premier che non siamo più al tempo delle costituzioni ottocentesche, con le libertà concesse dal sovrano. Basta con i Dpcm incomprensibili. Non possiamo diventare uno Stato etico dove le Faq sul sito di Palazzo Chigi spiegano chi puoi incontrare e chi no e diventano fonte normativa: è una questione sostanziale di democrazia. Vogliamo sbloccare i cantieri, non controllare le autocertificazioni, - ha dichiarato testualmente Matteo Renzi, evocando ancora l'uscita dalla maggioranza se le cose non cambieranno - vogliamo serietà. Altrimenti ci sostituiscano: per Italia Viva i principi valgono più delle poltrone".

Alla domanda sull'avvio di una crisi politica da parte di Italia Viva, Renzi ha risposto evidenziando che in Italia il dato di fatto è la crisi economica dopo il lockdown per l'epidemia di coronavirus.

"La crisi c’è già, ma è economica, non politica. Ci sono due Italie. Chi ha un posto di lavoro sicuro, soffre gli effetti della quarantena, è preoccupato, vive con dolore. Ma va avanti perché alla fine del mese ha uno stipendio garantito. Poi ci sono milioni di italiani, commercianti, piccoli imprenditori, operai, partite iva, professionisti che sono disperati perché sommano ai timori del virus l’angoscia dello stipendio", ha sottolineato, esortando il presidente del Consiglio "ad occuparsi di loro, non di Iv".

L'ex premier ha poi risposto all'accusa di aver strumentalizzato i morti di Bergamo per promuovere le sue richieste al governo.

"Invito ad ascoltare il discorso: non c’è alcuna strumentalizzazione...Ho detto che la gente di Bergamo è gente che lavora sodo, che non molla mai, che merita di essere onorata ripartendo. Tuttavia se qualcuno si è sentito offeso, me ne dolgo. Sandro Pertini dopo il terremoto in Irpinia disse che “il miglior modo per onorare i morti è pensare ai vivi”. Non sono Pertini, ma la penso esattamente così".

Sull'eventualità di una seconda ondata di Covid-19 in autunno, Renzi ha poi ribadito che l'Italia non può farsi governare dalla paura e deve essere pronta a convivere con il virus senza aspettare il vaccino rimanendo chiusi in casa, la cosa importante è "isolare il singolo focolaio".

Venerdì il premier Conte aveva chiesto scusa per i ritardi negli aiuti alle imprese, annunciando un nuovo decreto con maggiori aiuti, più incisivi e più rapidi, per sostenere le attività economiche durante la ripresa.

Tema:
Coronavirus in Italia, contagi in calo: inizia la fase 2 (2 - 10 maggio) (123)
Tags:
governo, Italia, Giuseppe Conte, Matteo Renzi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook