07:15 30 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
8118
Seguici su

Sembra essere rientrata la polemica innescata dal leader di Italia Viva nei confronti del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dopo che Renzi non aveva usato parole molto lusinghiere in un intervento al Senato, criticando alcune scelte e atteggiamenti.

Da Facebook Matteo Renzi sembra chiudere la polemica che ha fatto tremare la maggioranza con il premier Conte, rilevando nelle ultime dichiarazioni del capo del governo "passi in avanti" a conferma della giustezza delle sue osservazioni critiche esposte durante il suo intervento in Senato.

"Abbiamo subito polemiche per l'intervento in Senato e le interviste di questi giorni ma in realtà vedo qualche passo in avanti significativo. Ieri il Presidente Conte si è scusato per i ritardi sulla liquidità e sugli aiuti economici: non cercavamo polemiche noi, dunque, ma sottolineavamo un problema vero. Bene le scuse del Premier, avanti!", esordisce così il post social del leader di Italia Viva.

Renzi ha auspicato che il decreto per erogare a fondo perduto soldi per le imprese, gli ammortizzatori sociali e lo slittamento delle tasse siano pronto a breve.

"Se sono rose fioriranno, speriamo che ci diano ascolto", ha scritto.

Il leader di Italia Viva ha apprezzato inoltre le dimissioni del capo dell'Amministrazione penitenziaria, sullo sfondo delle scarcerazioni dei boss e delle morti nelle strutture penitenziari, così come l'impegno a cambiare sui Dpcm.

"Non può essere un premier, e neanche un poliziotto, a decidere se l'amicizia è vera o falsa, se il fidanzamento è stabile o saltuario. Piccoli passi in avanti, insomma", ha rilevato.

Infine Renzi ha esortato il governo a concentrarsi ora su "scuola, minori e sociale", così come "alle riaperture in sicurezza senza ulteriori ritardi" per non perdere terreno dai competitori europei, che nell'emergenza Covid-19 non hanno di fatto mai chiuso.

"Noi di Italia Viva insisteremo a fare proposte, non polemiche. Se si sceglie la strada della politica, noi ci siamo. Se si sceglie la strada del populismo, faranno a meno di noi", ha concluso il post.

In precedenza nel suo intervento durante l'informativa in Senato il leader di Italia Viva aveva attaccato il premier Giuseppe Conte per le sue scelte poco coraggiose sulla riapertura delle attività, così come sull'atteggiamento perseguito durante l'emergenza Covid-19, ricordando di "aver negato i pieni poteri a Salvini non per darli a qualcun altro", paventando l'uscita dalla maggioranza "in caso di scelte populiste".

Ieri Conte ha chiesto scusa per i ritardi negli aiuti alle imprese ed ha anche annunciato un nuovo decreto con maggiori aiuti, più incisivi e più rapidi, per sostenere le attività economiche durante la ripresa.

Tags:
Giuseppe Conte, Italia Viva, Matteo Renzi, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook