03:55 02 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
1310
Seguici su

All’ospedale “Riuniti” di Anzio e Nettuno un uomo ha aggredito la dottoressa dopo aver appreso della morte del figlio trentaduenne, ricoverato in isolamento. Necessario l'intervento della polizia per bloccare l'uomo.

Il fatto è avvenuto lunedì sera. Un uomo, dopo aver appreso la notizia della morte del figlio trentaduenne in ospedale, accecato dal dolore, ha messo a soqquadro un reparto ed ha aggredito a pugni e schiaffi una dottoressa quarantenne nell'ala del reparto Chirurgia dell’ospedale “Riuniti” di Anzio e Nettuno, dove confluiscono le persone con casi sospetti da coronavirus che vengono sottoposte a tampone per verificare il contagio.

Le condizioni di salute del ragazzo, ricoverato nel reparto in isolamento, presentavano patologie pregresse serie, che poi si sono aggravate durante la sera concludendosi nel decesso del trentaduenne, nonostante il test per il Covid-19 fosse risultato negativo. Il padre, che era rimasto all'ospedale durante la giornata, ha avuto una reazione furiosa alla notizia della morte del figlio, riuscendo poi di forza ad entrare nel reparto in cui era ricoverato il ragazzo e pretendendo di vedere il corpo.

"L’uomo sosteneva che il figlio aveva dei lividi sul corpo perché era caduto dal letto e nessuno lo aveva soccorso. In realtà aveva un quadro clinico già compromesso che purtroppo è degenerato in poche ore" spiegano dagli uffici del commissariato di polizia di Anzio.

I colleghi del medico sono subito intervenuti mentre l'uomo, che tentava di entrare nel reparto, ha preso a schiaffi e pugni la dottoressa che lo stava trattenendo. E' stato necessario l'intervento della polizia per fermare l'uomo, che è stato identificato e allontanato dal reparto. La dottoressa aggredita è stata nel frattempo medicata al pronto soccorso per alcune escoriazioni riportate.

Secondo gli ultimi dati aggiornati, il numero complessivo dei casi di Covid-19 in Italia dall'inizio dell'epidemia ha raggiunto 201.505, dato comprensivo di contagiati, guariti e vittime.

Nell'ultimo giorno sono morte 382 persone, mentre il bilancio complessivo delle vittime di COVID-19 dall'inizio dell'epidemia in Italia raggiunge quota 27.359. La crescita del numero di persone che sono guarite dalla malattia è stata nelle ultime 24 ore di 2.317 unità, che porta il totale dei guariti a 68.941. Il numero di pazienti attualmente positivi al Coronavirus risulta essere diminuito rispetto alla giornata precedente, giungendo ad un totale di 105.205, con un calo di 608 unità.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook