10:47 21 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
Emergenza coronavirus: situazione in Italia (21 aprile - 2 maggio) (148)
396
Seguici su

Pubblicati dalla Protezione Civile gli ultimi dati aggiornati sulla diffusione del Coronavirus.

Il numero complessivo dei casi di Covid-19 in Italia dall'inizio dell'epidemia ha raggiunto 201.505, dato comprensivo di contagiati, guariti e vittime.

Nell'ultimo giorno sono morte 382 persone, mentre il bilancio complessivo delle vittime di COVID-19 dall'inizio dell'epidemia in Italia raggiunge quota 27.359

La crescita del numero di persone che sono guarite dalla malattia è stata nelle ultime 24 ore di 2.317 unità, che porta il totale dei guariti a 68.941.

Il numero di pazienti attualmente positivi al Coronavirus risulta essere diminuito rispetto alla giornata precedente, giungendo ad un totale di 105.205, con un calo di 608 unità. "A oggi, 28 aprile, il totale delle persone che hanno contratto il virus è 201.505, con un incremento rispetto a ieri di 2.091 nuovi casi. Il numero totale di attualmente positivi è di 105.205, con una decrescita di 608 assistiti rispetto a ieri", si legge nel comunicato stampa della Protezione civile.

Tra gli attualmente positivi 1.863 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 93 pazienti rispetto a ieri.

19.723 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 630 pazienti rispetto a ieri, mentre la maggioranza dei casi, 83.619 persone, pari al 79% degli attualmente positivi, sono in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi.

​​I dati sono stati pubblicati dalla Protezione Civile attraverso un comunicato stampa senza la tradizionale conferenza stampa del capo del Dipartimento Angelo Borrelli, che i scorsi giorni aveva annunciato che sarebbero stati d'ora in poi 2 gli appuntamenti settimanali con la stampa per fornire dati e spiegazioni sull'andamento epidemiologico dell'infezione del nuovo coronavirus, il lunedì ed il giovedì.

Tema:
Emergenza coronavirus: situazione in Italia (21 aprile - 2 maggio) (148)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook