01:03 22 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
Emergenza coronavirus: situazione in Italia (21 aprile - 2 maggio) (148)
10522
Seguici su

Nella sua visita il premier ha incontrato, oltre il governatore, i sindaci e un comitato di medici, anche i rappresentanti di Confindustria e Confcommercio.

"Tornassi indietro rifarei tutto uguale", ha dichiarato a La Stampa il primo ministro Giuseppe Conte, tornato per la prima volta in Lombardia dall'inizio della crisi sanitaria.

Il viaggio nell'epicentro mondiale della pandemia, durante la fase più acuta dell'epidemia in Italia, era stato fortemente sconsigliato perché troppo rischioso. Adesso il premier ha fatto tappa a Milano e Bergamo, per poi concludere il tour alle 3 di notte alla prefettura di Brescia.

Durante la sua visita Giuseppe Conte ha tenuto un briefing con i medici degli ospedali Policlinico e Sacco di Milano. Poi ha incontrato governatore, sindaci, il presidente designato di Confindustria, Carlo Bonomi, e il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli. Per Emilio Del Bono, primo cittadino di Brescia, l'incontro con il premier è stato positivo. Per la sua città, duramente colpita dal Covid-19, Del Bono ha chiesto a Conte di inserire in agenda speciali aiuti economici.

"Non sono pentito. Ho una grande responsabilità nei confronti del Paese. Non posso permettermi di seguire i sentimenti dell'opinione pubblica che pure comprendo nelle proprie emozioni", ha ribadito il presidente del Consiglio.

"Non è questo il momento di mollare", ha aggiunto il premier riferendosi alle critiche ricevute per il nuovo decreto e in particolare al dissidio con la Cei, riguardante la celebrazione delle messe.

"Questo governo - ha precisato - non cerca il consenso ma di fare cose giuste, anche se questo deve scontentare un gran numero cittadini".
Tema:
Emergenza coronavirus: situazione in Italia (21 aprile - 2 maggio) (148)
Tags:
Giuseppe Conte, Lombardia, Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook