02:26 02 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
Emergenza coronavirus: situazione in Italia (21 aprile - 2 maggio) (148)
304
Seguici su

Fontana ragiona sulle riaperture dopo il 4 maggio e chiede che sia una riapertura prudente, ma si dice anche preoccupato sul fatto che si rispetterà il presunto obbligo di portare la mascherina.

“Sono convinto che si debba ripartire, ma non liberi tutti”, dice il governatore della Lombardia Attilio Fontana intervistato da Mattino 5 su Canale 5.

Bisogna ripartire prendendo “quelle precauzioni che in questi mesi sono state dettate e sottolineate. Si dovrà ripartire garantendo la sicurezza sui trasporti, per evitare che si creino assembramenti.”

Garantire le riaperture dice Fontana, delle attività produttive e commerciali, ma “poco per volta per evitare che si crei troppo caos. E si dovrà andare avanti capendo che i nostri stili di vita, per un certo periodo” dovranno cambiare “ e dovremo imparare a convivere con il virus” almeno fino a quando non avremo un vaccino e una cura.

Il tema delle mascherine obbligatorie

Fontana si dice “un po’ preoccupato” sul fatto che con la Fase 2 della riapertura bisognerà indossare la mascherina obbligatoriamente.

“Spero che questa tensione positiva che si è creata, vada avanti” anche dopo il 4 maggio perché i nostri stili di vita devono essere differenti da prima e prevedere quindi la mascherina.

Ma cosa aprirà dopo il 4 maggio

Il tema dell’obbligo delle mascherine ci riporta al tema del cosa riaprirà dopo il 4 di maggio. Il decreto non è ancora stato pubblicato, ma anche Bonaccini poche ore fa si è espresso a favore della riapertura dei cantieri già da domani 27 aprile.

E spera che si possano riaprire in particolare il settore della moda, dell’automotive e l’artigianato.

Bar e ristoranti, teme Bonaccini, che dovranno aspettare ancora un po’.

Intanto buona notizia per la patria della pizza mondiale, perché da lunedì 27 potranno riaprire le pizzerie per lavorare esclusivamente in modalità consegna a domicilio.

Cambierà poi il modo di viaggiare sugli aerei e questo è anche un ambito in cui le compagnie aeree cercano le soluzioni più adatte.

La Lombardia rimane la zona più colpita dell'Italia, dall'inizio della pandemia nella regione sono stati confermati 71.969 casi del coronavirus, tra cui 13.269 deceduti.

Tema:
Emergenza coronavirus: situazione in Italia (21 aprile - 2 maggio) (148)

Correlati:

Fontana: riapriremo il 4 maggio se la scienza darà il via libera
Coronavirus, Fontana: "In pace con la coscienza, rifarei tutto"
Rilevata fontana di lava sull'Etna - Video
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook