10:04 29 Maggio 2020
Italia
URL abbreviato
0 41
Seguici su

Sequestrate 20 tonnellate di pellet in Campania grazie a una vasta operazione dei Carabinieri Forestali. Sgominata una rete commerciale che smistava pellet pericoloso per la salute.

Partita da Avellino la vasta operazione dei Carabinieri Forestali della Campania che hanno sequestrato ben 20 tonnellate di pellet contaminato destinato al mercato fiorente delle stufe a pellet che arredano e riscaldano le case dei campani e di tutta Italia.

L’operazione ha interessato tutta la Regione, comprese le provincie di Benevento e Caserta. Impegnati 60 carabinieri nella sola provincia di Avellino che hanno condotto numerose perquisizioni domiciliari e presso le sedi di società che costituivano la rete commerciale illecita del pellet.

I Carabinieri hanno denunciato due persone per detenzione di sostanze pericolose, per frode in commercio e vendita di prodotti industriali con segni mendaci.

Sequestro 20 tonnellate pellet contaminato – Video

Come mostrano le immagini diffuse dai carabinieri forestali il pellet veniva stoccato in grandi quantitativi in magazzini di distribuzione non autorizzati.

Dalle analisi chimiche che i carabinieri hanno condotto sul pellet se ne è evinta la pericolosità del materiale.

Parte del pellet sequestrato dai carabinieri era stoccato nel paese di Flumeri, la città dell’olio.

Correlati:

Uccide la moglie con il fucile e si costituisce ai Carabinieri
Salta nuda sul cofano dell'auto dei carabinieri e poi aggredisce i sanitari - Video
Coronavirus, in Sardegna i carabinieri consegnano tablet e pc agli studenti sprovvisti - Video
Tags:
Inquinamento, carabinieri
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook