01:12 28 Maggio 2020
Italia
URL abbreviato
Emergenza Coronavirus - Aiuti russi in Italia (81)
5333
Seguici su

Il Piemonte ha bisogno dell'aiuto di specialisti militari russi per la disinfezione, soprattutto nelle case di riposo, poiché persiste la minaccia del coronavirus, ha affermato Marco Gabusi, l’assessore regionale del Piemonte dei Trasporti, Infrastrutture, Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Personale e organizzazione.

Su richiesta del primo ministro italiano, circa 100 esperti militari russi stanno aiutando a contenere l'epidemia in Lombardia. In particolare, stanno conducendo la disinfezione di case di riposo nelle province di Bergamo e Brescia. Venerdì, l'ambasciatore russo a Roma, Sergey Razov, ha affermato che anche i governatori delle regioni Piemonte, Puglia e Friuli Venezia Giulia hanno chiesto ufficialmente aiuto alla Russia.

"È assolutamente necessario. In questo momento, il periodo peggiore è già passato. Sebbene abbiamo avviato simili operazioni di disinfezione con l'esercito italiano, saremmo orgogliosi di ricevere aiuto russo e abbiamo ancora bisogno di un contingente di russi con questi servizi igienico-sanitari per disinfettare le case di riposo, quindi gli accoglieremmo a braccia aperte", ha detto Gabusi.

A parte ciò, la regione accoglierebbe con favore l'assistenza per la sanificazione dei trasporti pubblici, poiché il si dovranno gradualmente riaprire le attività.

"Speriamo di ricominciare presto con la nostra vita normale, quindi il trasporto pubblico, ad esempio, sarà a rischio in quanto sarà un luogo affollato. Quindi, ci sono molte esigenze, ma ci stiamo muovendo verso una riapertura lenta e graduale", ha continuato l'assessore.

Secondo il Dipartimento della Protezione Civile, il Piemonte ha registrato 23.822 casi cumulativi di COVID-19, inclusi 2.699 decessi, a partire da venerdì.

"Ora la situazione è molto migliore, i numeri stanno diminuendo drasticamente. Stiamo facendo molti test principalmente nelle case di riposo, dove ovviamente le cifre sono ancora piuttosto elevate, ma anche lì la situazione è totalmente diversa da quella che avevamo anche 15 giorni fa", ha dichiarato Gabusi.

L'Italia si sta gradualmente riprendendo dalla pandemia con il numero di persone attualmente positive che sta diminuendo ogni giorno. Giovedì, i pazienti che guariscono quotidianamente hanno superato per la prima volta il numero di nuovi casi dall'inizio dell'epidemia. In totale, il paese ha registrato 192.994 casi, tra cui 25.969 morti.

Tema:
Emergenza Coronavirus - Aiuti russi in Italia (81)

Correlati:

A Codogno ritorna "libero dal coronavirus" reparto dell'ospedale
Coronavirus ed emissioni, in Italia -20mln di tonnellate di CO2 in 2 mesi. Ma è allarme
A Wuhan non ci sono più pazienti in condizioni critiche, la città ora è a basso rischio coronavirus
Tags:
Coronavirus, protezione civile
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook