07:40 10 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
104
Seguici su

Pasquale Zagaria, fratello del boss Michele vicino al clan dei Casalesi, si trovava detenuto al 41-bis. Sottoposto di recente ad un'operazione per tumore, è stato scarcerato in quanto l'ospedale del capoluogo di provincia sardo dove era in cura è diventato un centro per malati COVID-19.

Il Tribunale di Sorveglianza di Sassari ha disposto 5 mesi di arresti domiciliari per Pasquale Zagaria, fratello del super-boss Michele Zagaria, vicino al clan dei Casalesi. La decisione della magistratura è dovuta al fatto che l'ospedale presso cui riceveva le cure per un tumore è stato riconvertito in un centro-COVID, pertanto nella struttura non avrebbe più potuto ricevere l'assistenza medica necessaria.

L''uomo, arrestato nel 2007, era recluso al 41-bis, e recentemente era stato operato di tumore. Dagli inquirenti è ritenuto il capo della gestione economica del clan.

La notizia è stata duramente stigmatizzata sui social dall'ex capo del Viminale ed ora leader del centrodestra e della Lega Matteo Salvini sui social, che ha promesso battaglia dentro e fuori dal Parlamento contro le scarcerazioni di boss della criminalità organizzata.

​L'emergenza Covid ha aperto le carceri per chi è considerato esposto al rischio per condizioni di salute e età. Sono già almeno 4 boss e esponenti mafiosi che si sono avvalsi dei domiciliari.

Tags:
Giustizia, Italia, Mafia, Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook