09:47 29 Maggio 2020
Italia
URL abbreviato
Emergenza coronavirus: situazione in Italia (21 aprile - 2 maggio) (148)
3123
Seguici su

Il Codacons ha presentato una denuncia contro l’Oms sostenendo che quest’ultima, che aveva il compito di fornire informazioni accurate per difendersi dalla pandemia del coronavirus, potrebbe aver invece impedito di salvare migliaia di vite e creato danni economici in tutto il mondo.

Il Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori) è una associazione senza fini di lucro nata in difesa degli interessi dei consumatori e dell'ambiente.

Secondo quanto riportato sul suo sito ufficiale “i ritardi, gli errori e le informazioni contraddittorie rese dall'Organizzazione Mondiale della Sanità in merito all'emergenza coronavirus potrebbero realizzare l'ipotesi di concorso in epidemia colposa”. 

“Chi aveva il compito e l'obbligo di fornire informazioni accurate, tempestive ed indipendenti per dare importanti raccomandazioni e prendere decisioni sulla salute pubblica, ovvero l'Oms, nella persona del direttore dell'agenzia Tedros Adhanom Ghebreyesus, potrebbe avere avuto invece possibili responsabilità contribuendo alla diffusione dell'epidemia all'origine, impedendo di salvare migliaia di vite e creando danni economici in tutto il mondo”, scrive il Codacons nell'esposto.

Il Codacons ritiene che “le autorità sanitarie italiane, che si sono affidate totalmente ai dettami dell'Oms (...) potrebbero avere pagato le conseguenze” dei “Ritardi nella comunicazione del pericolo, suggerimenti sbagliati circa le norme di comportamento da adottare, indicazioni contraddittorie, ripensamenti e repentini cambi di direzione” dell’Oms, e che quest’ultima “avrebbe sottovalutato l'emergenza coronavirus e poi dato le linee guida errate”.  

Quindi, come riportato sul sito, il Codacons ritiene che “potrebbe dunque emergere una responsabilità del direttore dell'agenzia Ghebreyesus, che aprirebbe scenari idonei a configurare sia il reato di epidemia colposa sia il reato di epidemia dolosa e concorso in epidemia dolosa, con possibile configurarsi del dolo eventuale”.

Il Codacons segue il taglio dei finanziamenti USA

In precedenza, gli Stati Uniti avevano tagliato i finanziamenti all'Organizzazione mondiale della sanità citando la presunta cattiva gestione di quest'ultima nella lotta contro la pandemia di coronavirus e accusandola di cospirare con la Cina al fine di nascondere fatti sull'epidemia durante le sue fasi iniziali.

La scelta di Donald Trump di sospendere il finanziamento americano da circa 500 milioni di dollari all'Organizzazione Mondiale della Sanità è stata fortemente criticata dalle Nazioni Unite, dall'Unione Europea e dalla Russia, nonché dai Ministeri degli Esteri di Germania e Cina.

Successivamente è stato anche annunciato che gli Stati Uniti non avrebbero preso parte neppure al lancio della nuova iniziativa globale dell’OMS, progettata per organizzare lo sviluppo congiunto di una medicina contro il coronavirus.

Tema:
Emergenza coronavirus: situazione in Italia (21 aprile - 2 maggio) (148)

Correlati:

Oms, non più del 3% dei contagiati sviluppa gli anticorpi per il COVID-19
Vacanze, Codacons: effetto terrorismo premia Italia
Coronavirus, denuncia dell'OMS: in Europa una morte su due in case di riposo
Tags:
OMS
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook