16:20 01 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
Emergenza coronavirus: situazione in Italia (21 aprile - 2 maggio) (148)
1016
Seguici su

Il ministro dei Trasporti Paola de Micheli spiega come si viaggerà a bordo dei mezzi di trasporto dal 4 maggio. Mascherina sì o no? E ci saranno i mezzi sufficienti per tutti? Ingressi differiti.

Il ministro dei Trasporti Paola De Micheli delinea come si svolgerà la vita dei lavoratori nella Fase 2 della riapertura dal 4 maggio in poi.

Per i lavoratori il ministero del Lavoro e dello Sviluppo sono impegnati con sindacati e associazioni di categoria degli imprenditori per rimodulare gli orari di lavoro. Come già ampiamente annunciato non potranno esistere le ore di punta, quindi si dovranno rimodulare gli accessi a fabbriche e uffici per evitare che alle fermate degli autobus o nelle stazioni ferroviarie si crei un grande afflusso di persone.

Il capitolo trasporti è l’argomento di maggiore interesse per i lavoratori e le lavoratrici che riprenderanno l’attività dal 4 maggio. La ministra ha ribadito che lo smart working dovrà restare una costante per tutte quelle aziende che potranno farlo.

Per chi invece dovrà necessariamente spostarsi, si ritroverà in una condizione in cui gli autobus viaggeranno al 50% della loro capienza in termini di posti, spiega il ministro De Micheli nell’intervista rilasciata al Corriere della Sera.

Verranno aumentati gli autobus?

Ora no. Al ministro dei Trasporti viene espressamente chiesto se gli autobus urbani ed extraurbani saranno aumentati, dal momento che dovranno viaggiare a capienza ridotta e la sua risposta è stata:

“Non ci sono i tempi per farlo nell’immediato”.

Come si viaggerà a bordo dei mezzi pubblici

  • Chi viaggerà in aereo dovrà indossare obbligatoriamente la mascherina, lo stesso se si viaggerà in taxi con una seconda persona spiega De Micheli.
  • Per quanto riguarda i conducenti dei treni e degli autobus la mascherina sarà obbligatoria solo se il conducente non è solo. Per quanto riguarda i passeggeri degli autobus e dei treni “la valutazione è in corso" sull’uso della mascherina a bordo dice il ministro.

“La regola fondamentale sarà il distanziamento sociale”, aggiunge De Micheli.

Si valuta, ad ogni modo, la presenza di mascherine in “prossimità dei mezzi pubblici”.

Eliminare momentaneamente le Ztl nelle città

Viene chiesto al ministro se le Ztl nelle città verranno temporaneamente abolite per consentire alle persone di recarsi al lavoro con l’auto propria anche se non rispetta i requisiti ambientali richiesti da molte amministrazioni cittadine.

De Micheli risponde che sarà una valutazione a discrezione dei sindaci.

Risorse economiche per il settore dei trasporti

La riorganizzazione del trasporto pubblico richiede un aggravio di costi per le società del trasporto e per tale motivo sono stati stanziati dal governo 1,6 miliardi di euro presi dal fondo per il trasporto pubblico locale. Questo anticipo rappresenta l’80% del Fondo spiega il ministro, ma arriveranno altri fondi con il decreto di fine aprile.

Tema:
Emergenza coronavirus: situazione in Italia (21 aprile - 2 maggio) (148)

Correlati:

Tutto quello che c'è da sapere sulla fase 2, dalle passeggiate all'aperitivo
San Marzano, sindaco anticipa fase 2: cimitero e pescheria riaprono
Fase 2, l'app "Immuni" potrebbe rivelarsi il cavallo di Troia di Pechino - Bernini (FI)
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook