08:41 30 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
1312
Seguici su

Un consorzio europeo italo-belga-tedesco lavora alle ultime fasi di sperimentazione sul vaccino, dopo le quali si tenterà una produzione su larga scala.

La ReiThera di Pomezia (Roma), Leukocare di Monaco e Univercells di Bruxelles lavorano per sviluppare in tempi brevissimi un vaccino sicuro e protettivo contro il covid-19. La sfida è quella di far partire in Italia la sperimentazione clinica sull'uomo durante l'estate. Dopo i test la produzione verrà immediatamente su larga scala.

Per raggiungere obiettivo di "uno sviluppo efficiente e ultra-rapido del vaccino, basato su di un vettore virale", a cui si aggiunge "l'importante necessità di garantire la produzione di milioni di dosi a tempo record", le tre aziende "hanno deciso di unire gli sforzi nella lotta contro questa devastante pandemia mettendo in comune le rispettive competenze al fine di accelerare lo sviluppo rapido di un vaccino basato su di una singola dose", si legge in una nota di ReiThera. 

La commessa è quella di produrre 6 milioni di vaccini già per il 2021, da utilizzare su categorie esposte al rischio, come operatori sanitari e persone altamente vulnerabili.

Il vaccino sarà sviluppato per colpire la proteina Spike, con cui il coronavirus si aggancia alle cellule umane per iniziare l'attacco. Utilizza un adenovirus, un virus animale degli scimpanzé, come veicolo della sequenza genetica della Spike, che andrebbe a provocare la risposta del sistema immunitario.  

“Vaccini simili, basati su vettori adenovirali umani o di primati, sono stati sperimentati in studi clinici di fase 1 e 2 – si legge nella nota - e hanno dimostrato di essere sicuri e immunogenici in migliaia di volontari sani”.

Tags:
Germania, Belgio, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook