09:28 27 Maggio 2020
Italia
URL abbreviato
L'emergenza coronavirus in Italia (13-21 aprile) (128)
121
Seguici su

L'As Roma comunica che i calciatori e l'allenatore hanno rinunciato a 4 mesi del loro stipendio per sostenere il Club e i dipendenti in questo momento difficile.

L’As Roma rende noto che i suoi calciatori, l’allenatore e il suo staff tecnico hanno rinunciato a quattro mesi di stipendio per “supportare il Club”.

Questo quanto si legge nel comunicato stampa rilasciato dalla società sportiva.

“I calciatori, Paulo Fonseca e i suoi collaboratori hanno scelto spontaneamente di fare a meno di quattro mesi di retribuzione nell’attuale stagione sportiva per aiutare la Società a superare la crisi economica che ha colpito il mondo del calcio dopo l’epidemia da COVID-19.”

I calciatori a sostegno dei dipendenti

Una squadra di calcio non è solo calciatori e commissario tecnico, ma è anche un ampio gruppo di dipendenti che lavorano per la squadra stessa. E i calciatori e l’allenatore con lo staff hanno voluto compiere nei loro confronti un gesto di solidarietà ulteriore.

“Gli atleti giallorossi, il tecnico e il suo staff hanno anche concordato di pagare collettivamente la differenza economica per garantire che ogni dipendente interessato dagli ammortizzatori sociali messi a disposizione dal Governo continui a percepire il proprio stipendio netto.”

Il presidente Fienga ha ringraziato i giocatori e l’allenatore Fonseca per la loro scelta e per il gesto rivolto ai dipendenti del Club romano.

In precedenza i calciatori della Juventus avevano deciso di tagliarsi lo stipendio, allenatore compreso, per venire in contro alla squadra in questo momento di stop del Campionato di calcio.

Tema:
L'emergenza coronavirus in Italia (13-21 aprile) (128)

Correlati:

Coronavirus, multata donna a Roma perché portava a spasso una tartaruga
Addio a Pietro Anastasi, storico attaccante della Juventus
Coronavirus, positivo il calciatore Daniele Rugani della Juventus
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook