01:38 02 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 06
Seguici su

Ha ucciso la moglie utilizzando un fucile a pompa calibro 12 e poi si è costituito ai Carabinieri. Il femminicidio è avvenuto a Cassano d’Adda in provincia di Milano.

Durante la notte un uomo di 47 anni si è presentato presso la caserma dei Carabinieri di Cassano d’Adda in provincia di Milano ed ha confessato con una frase lapidaria: “Ho ucciso mia moglie per gelosia”.

I carabinieri hanno subito allertato il 118 e si sono recati ad Albignano, una frazione del Comune di Trucazzano dove la coppia viveva insieme da nove anni.

Per la donna, anche lei di 47 anni, non c’era più nulla da fare, l’uomo l’ha ammazzata con un colpo di fucile a pompa calibro dodici sparandole alla testa. La donna è stata ritrovata sul letto senza vita.

L’uomo è sotto interrogatorio dal pubblico ministero di turno per fare maggiore luce sul motivo e la dinamica del femminicidio.

L’allarme sulla violenza tra le mura domestiche

In queste settimane l’allarme per la recrudescenza della violenza tra le mura domestiche è stato lanciato sia dal ministro dell’Interno Lamorgese che ha inviato una lettera ai Prefetti chiedendo loro di porre maggiore attenzione sul fenomeno, ma anche la Polizia di Stato si è attivata con la sua applicazione YouPol.

Telefono Rosa è attiva sia con i suoi numeri di telefono che via chat dal sito web ufficiale telefonorosa.it.

Correlati:

Panico ed episodi di violenza: la carenza di carta igienica e le risse in metro sono solo l'inizio?
Il coronavirus fa aumentare le violenze domestiche, l’App YouPol della Polizia in soccorso
Coronavirus, ONU lancia allarme violenze domestiche per via della quarantena
Tags:
Violenza, carabinieri
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook