23:56 02 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
5112
Seguici su

Consegnava pizze a domicilio in questo periodo di lockdown, ma è stato rapinato da un 21enne. Allertati i Carabinieri, questi hanno scoperto molto altro presso l'abitazione del ladro.

Un pizzaiolo di Lucca che in questo periodo prosegue la sua attività effettuando le sole consegne a domicilio, è stato rapinato dall’ultimo cliente del giorno, un 21enne di origini marocchine e residente a Castelfranco di Sotto.

Il rapinatore, che poi si è scoperto essere sottoposto ad dispositivo di allontanamento dalla sua dimora per maltrattamenti alla sua compagna, ha minacciato il pizzaiolo che gli consegnava la pizza con un coltello e gli ha poi scagliato contro una lattina di Coca-cola mentre il pizzaiolo tentava la fuga per sottrarsi al ragazzo armato.

Allertati i Carabinieri, sono riusciti a bloccare ed arrestare il 21enne conducendolo in carcere per rapina a mano armata.

Tuttavia i Carabinieri di Lucca hanno scoperto molto di più. Nel locale dove il 21enne diceva di vivere sono state ritrovate ulteriori 15 persone conviventi.

Dall’approfondimento delle indagini risultava che il locale era stato affittato come fondo commerciale, ma veniva utilizzato come attività di affittacamere nell’assoluta mancanza delle più minime norme di igiene e sicurezza.

Subito allertate le autorità giudiziaria e i servizi del Comune, oltre che l’Asl di Lucca riporta il quotidiano locale Lucca in Diretta.

Correlati:

Covid-19: Poste italiane e Carabinieri insieme per consegnare la pensione agli anziani
In giro per il pratese a spacciare droga: arrestato dai Carabinieri
Sversamento di rifiuti pericolosi in area agricola a Caserta, arrestati dai Carabinieri
Tags:
pizza, Furto
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook