05:26 27 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
L'emergenza coronavirus in Italia (13-21 aprile) (128)
4112
Seguici su

Secondo il vicedirettore dell'Oms e membro del comitato tecnico-scientifico Ranieri Guerra, durante la fase 2 saranno "inevitabili nuovi micro-focolai".

In un'intervista a Rainews Ranieri Guerra, membro del comitato tecnico-scientifico e vicedirettore dell'Oms, ha sostenuto che nella fase di ripresa graduale delle attività dopo il lockdown saranno inevitabili micro-focolai di COVID-19, pertanto occorre "intervenire prontamente per evitare che si diffondano i casi" e per questo serve rafforzare la medicina del territorio.

Sarà decisivo "muoversi con cautela e prudenza", "rafforzare il controllo del territorio con controlli e tamponi a domicilio, e puntare sulla medicina territoriale perché funga da prima linea nel caso di un nuovo aumento dei contagi".

Guerra ha aggiunto che durante la ripresa delle attività "sono necessari dei prerequisiti che devono essere soddisfatti, altrimenti è molto rischioso procedere a una riapertura senza criteri", il più importante dei quali deve essere "l'interruzione della catena di trasmissione del virus".

Poi l'esperto ha espresso il suo giudizio sull'enorme numero di contagi e decessi di anziani nelle RSA, dovuti alla "debolezza della primissima linea di tutta la struttura preventiva".

In precedenza il rappresentante italiano nel Comitato esecutivo dell'Oms e consigliere speciale del ministero della Salute Walter Ricciardi aveva sostenuto di non avere dubbi sul fatto che l'Italia andrà incontro ad una seconda ondata di infezioni in autunno e in caso di rapida ripresa delle attività e della vita normale persino "prima dell'estate".

Tema:
L'emergenza coronavirus in Italia (13-21 aprile) (128)
Tags:
Coronavirus, organizzazione mondiale della sanità, OMS, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook