04:16 31 Maggio 2020
Italia
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Preso l'autore di due attentati dinamitardi che nei mesi scorsi avevano spaventato il centro di Foggia. L'autore è stato riconosciuto grazie a un piccolo particolare individuato dagli inquirenti.

I poliziotti della Questura di Foggia hanno individuato e arrestato l’uomo responsabile di due attentati dinamitardi che nella città avevano generato grande allarme sociale.

L’uomo sarebbe responsabile dell’attentato alla friggitoria ‘Poseidon’ del 12 novembre 2019 ubicata in pieno centro storico, e dell’attentato al centro per anziani ‘Il Sorriso di Stefano’ del 16 gennaio 2020.

I due attentati, riferisce la Polizia di Stato in un comunicato stampa, “furono compiuti con modalità simili”, utilizzando uno zaino al cui interno veniva collocato un ordigno rudimentale.

L’uomo è ora accusato di danneggiamento e detenzione, oltre che porto illegale di materiale esplodente, con l’aggravante del metodo mafioso.

Le immagini delle telecamere

Per individuare l’uomo le immagini delle telecamere di videosorveglianza sono state fondamentali. In particolare quelle collocate lungo l’itinerario di arrivo e di fuga dell’uomo, che hanno permesso agli inquirenti di ricostruire molti particolari e segni identificativi dell’uomo.

Il particolare decisivo che ha portato all’identificazione dell’uomo, riferisce la Polizia di Stato, è stato “un tatuaggio sulla mano”.

Correlati:

Foggia, Lamorgese rafforza Polizia: da lunedì 20 agenti in più
Foggia, data alle fiamme l'automobile di un sindacalista Cisl
27 carceri italiane in subbuglio, a Foggia evasi rubano auto a meccanico: la situazione
Tags:
Mafia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook