05:45 10 Luglio 2020
Italia
URL abbreviato
L'emergenza coronavirus in Italia (13-21 aprile) (128)
133
Seguici su

Vincenzo De Luca pacatamente trionfante annuncia che la Campania è stata salvata dalla pandemia, anche se bisogna ricordare che serve il vaccino e che questa è una malattia grave. Avverte che la Campania può chiudersi al Nord in caso di passi affrettati dalle regioni più colpite.

Il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca, pacato, come al solito, nella conferenza stampa odierna non nasconde la soddisfazione per aver salvato la regione dal nuovo coronavirus.

“Devo però dire con estrema convinzione che noi abbiamo salvato la Campania. L’abbiamo salvata assumendo decisioni, in qualche caso, due settimane prima del Governo nazionale. Abbiamo salvato la Campania”.

Ed ha poi aggiunto: “Vi ricordo che la Campania è la regione d’Italia con la più alta densità demografica per chilometro quadrato”, che supera i 400 abitanti per km/q e che in alcune aree, come quella costiera e vesuviana supera i 1.000 abitanti per km/q. La realtà più densamente popolata d’Europa dice De Luca, e “non era quindi scontato che salvassimo la Regione Campania, ma lo abbiamo fatto”.

Anche ricorda che il tasso di decesso in Campania, in relazione alla popolazione, è tra i più bassi d’Italia insieme alla Basilicata.

Secondo De Luca molte regioni italiane sono ancora nella fase 1. “Il pericolo è che se una regione d'Italia con una situazione simile, non tranquillizzante, accelera le riaperture in maniera non responsabile rischia di rovinare l'Italia intera”, ha avvertito durante la conferenza stampa.

Per questo motivo il governatore è pronto a chiudere la Campania: “Se dovessimo avere una fuga in avanti di qualcuna di queste regioni la Campania chiuderà i confini”, ha detto.

I primi a uscire dal tunnel

“Se Dio vuole, probabilmente, la Campania sarà la prima regione d’Italia ad uscire dal tunnel”, afferma De Luca.

Ma ovviamente sottolinea che bisogna mantenere alta l’attenzione perché questa è “una malattia grave”.

Una epidemia che ha cambiato il mondo

“Questa epidemia sta cambiando il mondo. Non tutti hanno capito che nulla sarà come prima dopo questa epidemia: nella organizzazione delle società contemporanee, delle attività produttive, delle relazioni sociali. Fino a che non avremo debellato questa malattia, messo in produzione un vaccino efficace. Ma anche dopo il vaccino, cambierà tutto. Il pericolo di contagio diventerà uno dei pericoli incombenti sulle società contemporanee.”

Questa la riflessione sociologica del governatore della Campania sul futuro delle società globalizzate, come le ha richiamate nel suo discorso.

I casi totali in Campania dall'inizio della pandemia sono 3.951, di cui 278 deceduti.

Video. Conferenza stampa di Vincenzo De Luca 17 aprile

Tema:
L'emergenza coronavirus in Italia (13-21 aprile) (128)

Correlati:

De Luca, pronto piano economico sociale poderoso della Regione Campania
Raccomandazioni di Vincenzo De Luca per la Pasqua in Campania
Tags:
Vincenzo De Luca, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook