01:35 21 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
7817
Seguici su

Gli europarlamentari della Lega Marco Zanni, presidente gruppo ID, e Marco Campomenosi, capo delegazione della Lega all'Europarlamento, hanno risposto alle critiche piovute dai Cinque Stelle a seguito del loro decisivo no in Europarlamento ad un emendamento presentato dai Verdi sugli Eurobond.

La Lega non ci sta a passare come il partito che gioca contro gli interessi nazionali in Europa e per bocca degli europarlamentari Marco ZanniMarco Campomenosi hanno spiegato in una nota congiunta sui social la contrarietà ai coronabond, sui cui punta il premier Conte, e la loro ricetta per ottenere gli aiuti economici per fronteggiare la crisi socio-economica della pandemia di COVID-19 senza rinunciare alla sovranità nazionale a scapito della "Troika e Germania".

"Ancora una volta, vergognosa strumentalizzazione dal M5s che, per distogliere l’attenzione dalle disastrose scelte del governo Conte in Italia e in Europa, se la prende con la Lega. L'accusa sarebbe quella di aver votato contro l’emendamento dei Verdi al Parlamento Ue sugli Eurobond: rivendichiamo che noi, a differenza del M5s e di Conte che cambiano ogni settimana idea sull'argomento, non siamo mai stati a favore dello strumento Coronabond, che corrisponderebbe alla totale cessione di sovranità all'Ue. Anzi, indichiamo sin dal principio la proposta più semplice, ovvero un ruolo più attivo da vero prestatore di ultima istanza della Bce per comprare Btp", hanno scritto.

Hanno aggiunto che proprio questa soluzione "M5s e Pd, sostenitori della Von der Leyen, della Lagarde e sempre più inginocchiati al volere di Bruxelles e Berlino, colpevolmente non hanno mai voluto discutere, troppo impegnati a inseguire soluzioni inutili e dannose per gli italiani: Eurobond significa eurotasse, rinunciare alla sovranità fiscale, consegnare le chiavi di casa a Germania e Troika".

Questa mattina il deputato pentastellato Stefano Buffagni aveva pubblicato un post su Facebook in cui attaccava la Lega per aver votato con ipocrisia contro gli interessi nazionali su un emendamento nell'Europarlamento.

"Salvini tradisce l'Italia. E mentre l'Italia conduce negoziati difficilissimi per ottenere i Coronabond sui tavoli europei, scontrandosi con le resistenze dei Paesi del Nord, questo signore, che ama tanto dire #Primagliitaliani, si schiera a fianco di Paesi come l'Olanda e al Parlamento Europeo vota contro gli interessi del suo Paese. Fa rabbia, da italiano, perché con i voti della Lega quell'emendamento sarebbe stato approvato e oggi avremmo un'arma in più sui tavoli negoziali".

Allo stesso tempo Buffagni rivendica di sostenere un "Governo che sta facendo di tutto per i cittadini italiani, difendendo il proprio Paese con le unghie e con i denti. Salvini faccia ciò che crede, noi difenderemo l'Italia fino all'ultimo".

L'emendamento dei Verdi alla risoluzione comune di Ppe e Socialisti ed altri gruppi dell'Europarlamento per la condivisione del debito tra i Paesi membri è stato respinto ieri con 326 voti contrari, 282 sì e 74 astensioni. Tra gli europarlamentari italiani hanno votato a favore Pd, M5s e Fratelli d'Italia, contro la Lega e Forza Italia, mentre la rappresentanza di Italia Viva si è astenuta.

Tags:
BCE, M5S, Movimento 5 Stelle, Lega, Italia, Coronavirus, Europarlamento, Unione Europea, Commissione Europea
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook