09:42 29 Maggio 2020
Italia
URL abbreviato
L'emergenza coronavirus in Italia (13-21 aprile) (128)
452
Seguici su

Il dj del quartiere di Multedo, che durante la quarantena aveva deciso di allietare i propri concittadini mettendo la musica dal proprio terrazzo, era stato "silenziato" dopo una segnalazione alle Forze dell'ordine sulla propria iniziativa, ma grazie alle proteste dei cittadini il giovane ha ottenuto l'autorizzazione dal comune a continuare.

Il giovane Jacopo Saliani, dj del quartiere di Multedo, Genova, aveva preso l'iniziativa di allietare i propri concittadini con mezz'ora di musica al giorno dal proprio terrazzo fin dall'inizio del lockdown. Tuttavia, il giorno di Pasquetta, qualcuno aveva chiamato le forze dell’ordine per silenziare l’iniziativa del ragazzo.

I residenti del quartiere si sono allora rivolti alle varie testate giornalistiche in segno di protesta, tali che 12 ore dopo la segnalazione contro il ragazzo il Comune di Genova ha risposto che Saliani potrà continuare con la sua attività, con tanto di autorizzazione ufficiale, perché diventata un balsamo sociale per la maggioranza degli abitanti, anziani compresi.

"Tutti i giorni faccio quattro canzoni a richiesta del quartiere, e poi soprattutto ricordiamo sempre che non è un momento di festa ma di comunità per stare insieme distanti ma uniti", così il giovane in un'intervista radio aveva definito la sua iniziativa iniziata per caso il primo sabato della quarantena più di un mese fa.

L'assessore Paola Bordilli ha commentato la vicenda su Facebook in favore del ragazzo, correggendo il tiro ed evidenziando l'aspetto positivo dell'iniziativa del giovane:

"Abbiamo parlato di una bella iniziativa di Jacopo Saliani che allieta, per mezz'ora al giorno, il quartiere di Multedo senza dimenticare di dire a tutti #restateacasa: la musica, non dimentichiamolo, è cura dell’anima e crea comunità e armonia".

Soprattutto nei primi giorni del lockdown, numerose sono stati gli esempi di flash mob spontanei sui balconi italiani, per mantenere il morale alto, ringraziare i medici per il loro impegno, e riunirsi in un canto o in un ballo collettivo.

Tema:
L'emergenza coronavirus in Italia (13-21 aprile) (128)
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook