23:40 25 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
L'emergenza coronavirus in Italia (13-21 aprile) (128)
332
Seguici su

Nell'ordinanza firmata oggi sì alle attività motorie oltre i 200 metri da casa, sì all'apertura dei mercati, ma si dovrà uscire con guanti e mascherina. E Zaia annuncia che il Veneto avrà una macchina che permetterà di processare 9 mila tamponi al giorno.

L'obiettivo della nuova ordinanza è quello di evitare gli spostamenti inutili, ma la parola d'ordine non è restrizioni, quanto sicurezza. 

Via, quindi al divieto di praticare attività motoria, di uscire con minori di 14 anni o anziani, e per il 25 aprile o il primo maggio, si potrà organizzare una scampagnata o un pic nic all'interno della propria proprietà. Ma si dovranno usare guanti e mascherina. Inoltre si dovrà uscire in buone condizioni di salute. Chi verrà beccato in giro con una temperatura superiore ai 37,5 gradi sarà denunciato. 

"Con questa ordinanza pensiamo di ragionare su un lockdown soft che deve mettere in sicurezza chi fa spostamenti'', spiega il presidente della Regione, Luca Zaia in una diretta Facebook. 

'Per gli spostamenti da casa propria devono essere utilizzati mascherine, o qualsiasi altro dispositivo idoneo per la protezione di naso e bocca, i guanti o gel igienizzanti. Nel trasporto pubblico lo prevediamo già''. Sarà possibile "fare attività motoria da soli, tolto il limite dei 200 metri, ma vicino casa". Inoltre ''le uscite di casa devono essere esclusivamente individuali, salvo accompagnamento per necessità di disabili o minori di 14anni. Ma in ogni caso deve essere rispettato il distanziamento sociale. E' vietata l'uscita di chi presenta una temperatura superiore a 37.5. Se ti ferma la polizia e sei febbricitante è un reato". ''Nei giorni del 25 e 1 maggio i picnic solo in proprietà privata e con familiari. Tradotto: non avventuratevi a organizzare barbecue o grigliate perché sono illegali e sono un grande mezzo di diffusione del virus". Ma la "grigliata in giardino" potrà essere fatta  solo con il proprio nucleo familiare, avvisa Zaia "non invitare amici, vicini di pianerottolo, morose''.

Le nuove misure non dovranno essere intese come la fine dell'emergenza. 

"L'emergenza non è finita" avverte Zaia. "Se i numeri dei ricoverati e delle terapie intensive non scendono o peggio si rialzano bisogna andar giù pesante un'altra volta. Questi saranno i nostri elementi di lettura. Da domani mattina troveremo più auto in autostrada, più persone, rispetto a prima, che usciranno per andare a lavorare", spiega. 

I tamponi

La diagnosi e l'individuazione degli asintomatici sarà essenziale per la nuova fase. 

Zaia ha annunciato l'acquisto di un macchinario per processare i tamponi. "Abbiamo acquistato un macchinario in grado di processare 9mila tamponi al giorno che ci aiuterà nelle prossime settimane - sottolinea - , in totale abbiamo già effettuato 200mila test. Invito nuovamente i cittadini veneti a rispettare le regole di distanziamento sociale.

La riapertura delle aziente

Non tocca alla regione la riapertura delle attività produttive, ma allo Stato, ricorda il governatore. Saranno riaperti i mercati, non solo alimentari ma anche abbigliamento bimbi. 

L'ordinanza conferma le misure di sicureza: perimetrazione, contingentazione e vigilanza ai varchi. E si entra solo con guanti e mascherine.

La situazione in Veneto

Sono 17.902 i casi in isolamento, di cui 14.251 positivi. E' di 1427 il numero di ricoverati, 245 le persone in terapia intensiva, i morti negli ospedali sono . Sono 1721 dimessi, da nove giorni il numero dei dimessi supera quello dei decessi.

Tema:
L'emergenza coronavirus in Italia (13-21 aprile) (128)
Tags:
Veneto, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook