06:37 25 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
La diffusione del coronavirus in Italia (3-13 aprile) (122)
448
Seguici su

In una piazza del Vaticano deserta a causa del coronavirus, il Papa ha dedicato un messaggio di preghiera alle vittime del covid e ha esortato l'Europa allo spirito di solidarietà.

Nella celebrazione della messa per la Resurrezione di Cristo, Papa Francesco ha dedicato il suo messaggio pasquale a tutte le vittime del covid-19.

"Il mio pensiero quest’oggi va soprattutto a quanti sono stati colpiti direttamente dal coronavirus: ai malati, a coloro che sono morti e ai familiari che piangono per la scomparsa dei loro cari, ai quali a volte non sono riusciti a dare neanche l’estremo saluto", ha detto il Pontefice. 

"Il Signore della vita accolga con sé nel suo regno i defunti e doni conforto e speranza a chi è ancora nella prova, specialmente agli anziani e alle persone sole. Non faccia mancare la sua consolazione e gli aiuti necessari a chi si trova in condizioni di particolare vulnerabilità, come chi lavora nelle case di cura, o vive nelle caserme e nelle carceri". Questa la preghiera del Papa. 

​Nella messa celebrata senza fedeli, a causa dell'emergenza coronavirus, papa Bergoglio ha voluto sostituire l'omelia con un minuto di silenzio. 

Non è il momento degli egoismi

Il Pontefice ha comunque voluto mandare il suo messaggio Urbi et Orbi, lanciando un appello all'Unione Europea, affinché la solidarietà prevalga sugli egoismi nazionali, "perché la sfida che stiamo affrontando ci accomuna tutti e non fa differenza di persone".

Rivolge "uno speciale pensiero all’Europa", ricordando che "dopo la seconda guerra mondiale, questo amato continente è potuto risorgere grazie a un concreto spirito di solidarietà che gli ha consentito di superare le rivalità del passato".

Adesso, esorta il Papa, "è quanto mai urgente, soprattutto nelle circostanze odierne, che tali rivalità non riprendano vigore, ma che tutti si riconoscano parte di un’unica famiglia e si sostengano a vicenda. Oggi l’Unione Europea ha di fronte a sé una sfida epocale, dalla quale dipenderà non solo il suo futuro, ma quello del mondo intero".

Dunque "non si perda l’occasione di dare ulteriore prova di solidarietà, anche ricorrendo a soluzioni innovative. L’alternativa è solo l’egoismo degli interessi particolari e la tentazione di un ritorno al passato, con il rischio di mettere a dura prova la convivenza pacifica e lo sviluppo delle prossime generazioni", conclude.
Tema:
La diffusione del coronavirus in Italia (3-13 aprile) (122)
Tags:
pasqua, vaticano, Papa Francesco, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook