04:46 09 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
La diffusione del coronavirus in Italia (3-13 aprile) (122)
6285
Seguici su

Secondo Luca Zaia il lockdown dal 14 aprile di fatto non esisterà più. Lo ha detto durante la consueta conferenza stampa in Regione Veneto, presentando i dati giornalieri.

Il governatore della Regione Veneto riflette sul nuovo decreto che entrerà in vigore a partire dal 14 aprile e riflette sulla regola del silenzio assenso alla riapertura delle attività.

Secondo Luca Zaia questo significa che non esiste più alcun lockdown, perché le prefetture non hanno i mezzi per controllare tutte le richieste che gli arriveranno di riapertura.

“Si va a conclamare quello che io vi sto dicendo da giorni, che il lockdown non esiste più, che parlare di misure restrittive davanti a tre quarti d’Italia o metà Italia che sta aprendo… Io ho guardato sulle le filiere che si possono aprire, ma io ho trovato che abbiamo una riserva indiana in cui ci sono i poveri che non riescono ad aprire.”

“Noi abbiamo la moda che è il nostro settore che fa più fatturato in Italia” ma che è chiuso.

“Difficile spiegare a Renzo Rosso o a Benetton, che apre Fincantieri e non può aprire uno stabilimento che produce jeans o magliette”.

“Ma ne prendo atto, non è polemica – prosegue Zaia –. Io a questo punto programmo sapendo che non c’è più il lockdown. Allora a questo punto mi concentro sui cittadini, sulle misure di protezione dei cittadini, perché oggi il tema degli assembramenti, e dell’isolamento fiduciario non esiste più.”

La nuova ordinanza della Regione Veneto

Domani domenica 12 aprile la Regione Veneto emetterà una nuova ordinanza che entrerà in vigore a partire dal 14 aprile, ma conterrà un “cambio di strategia” dice Zaia. Si guarderà più sui dispositivi che sulle restrizioni.

Coronavirus: situazione aggiornata in Veneto all’11 aprile

190.912 i tamponi fatti in Veneto, 18.111 persone sono in isolamento di cui 13.768 sono positivi al nuovo coronavirus.

1.716 il numero di ricoverati negli ospedali, di cui 251 in terapia intensiva, mentre i dimessi sono 1.612. I dimessi sono così superiori ai ricoverati per il secondo giorno consecutivo.

I decessi in ospedale totali sono 739, mentre 835 è il numero di decessi con quelli morti fuori dagli ospedali.

Però i dati che richiede l’Oms sono quelli che muoiono in ospedale, dice Zaia.

La Regione Veneto ha ricevuto donazioni per 42 milioni di euro circa, ma ha un disavanzo “per questa partita” di oltre 100 milioni di euro.

Videoconferenza Regione Veneto dell'11 aprile

Tema:
La diffusione del coronavirus in Italia (3-13 aprile) (122)

Correlati:

In Veneto nuova ordinanza di Zaia: stop passeggiate e supermercati chiusi la domenica
Zaia, in Veneto abbiamo speso quello che non spenderemmo in 10 anni
Zaia confisca respiratori dei veterinari per salvare vite umane, insorgono gli animalisti
Tags:
Luca Zaia, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook