07:39 15 Luglio 2020
Italia
URL abbreviato
La diffusione del coronavirus in Italia (3-13 aprile) (122)
245222
Seguici su

Dopo essere stato esplicitamente nominato e attaccato duramente dal premier Conte nel suo discorso alla nazione, altrettanto duramente ha reagito il leader della Lega Matteo Salvini, che ha parlato di "roba da regime" per l'affondo ricevuto sulla tv di stato.

Dopo l'intervento del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che ha fatto il punto sulle misure di contenimento contro il coronavirus, prorogandole fino al 3 maggio per consolidare il miglioramento della situazione epidemiologica e spiegato il punto di vista del governo sulla bozza d'intesa raggiunta ieri dall'Eurogruppo, non si è fatta attendere la replica del leader della Lega, accusato dal capo del governo senza giri di parole di dire "menzogne e falsità" sull'accordo iniziale raggiunto ieri tra i ministri delle Finanze dei Paesi Ue.

"Usare la tivù di Stato per dire falsità e fare un comizio contro Salvini e contro le opposizioni è roba da regime, roba da Unione Sovietica", ha twittato Salvini.

​Poi il leader della Lega si chiede perchè il Pd, rappresentato dal ministro Gualtieri, non abbia bloccato il Mes, perchè dall'ala di sinistra della maggioranza sia spuntata l'idea di una patrimoniale, "quando arrivano davvero i soldi, che fine ha fatto il blocco dei mutui per chi è in difficoltà e cosa fanno per aiutare chi non ce la fa a pagare affitti, rate e bollette", aggiungendo "perché non aiutano davvero partite IVA e autonomi" e "quando arriveranno i soldi promessi alle imprese".

"Altro che “collaborazione”, che delusione signor Conte", ha concluso Salvini.

​Dello stesso tono la reazione di Giorgia Meloni, anche lei nominata dal premier Conte nel suo intervento.

"Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte indice una conferenza stampa pochi minuti prima dell'edizione più vista dei tg, trasmessa in diretta sulla prima rete del servizio pubblico, per accusare l'opposizione di dire menzogne, senza possibilità di replica e senza contraddittorio. Credo non si sia mai vista una cosa del genere nella storia della democrazia," ha scritto su Facebook la leader di Fratelli d'Italia, aspettandosi dalla Rai la "possibilità di replica alla stessa ora, con lo stesso tempo e con la stessa visibilità."

Giorgia Meloni chiama in causa anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

"Il Presidente della Repubblica Mattarella non ha nulla da dire su questi metodi degni di un regime totalitario?"

Tema:
La diffusione del coronavirus in Italia (3-13 aprile) (122)
Tags:
Unione Europea, Matteo Salvini, Giuseppe Conte, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook