09:41 21 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
La diffusione del coronavirus in Italia (3-13 aprile) (122)
52131
Seguici su

La conferenza stampa del Presidente del Consiglio italiano, Giuseppe Conte, in cui ha parlato della proroga delle misure e chiarito quello successo ieri con Eurogruppo.

Conte ha dichiarato che le misure restrittive saranno prorogate fino al 3 maggio. Questo è necessario per poter mantenere i risultati raggiunti.

Il premier ha annunciato la riapertura delle librerie, cartolibrerie, negozi di articoli per l’infanzia, silvicoltura e attività forestali.

Secondo Conte, il governo è già al lavoro su fase 2 per ripartenza in sicurezza: sarà un procedimento organico.

"Prometto che se anche prima del 3 maggio si verificassero le condizioni, cercheremo di provvedere di conseguenza", ha affermato Conte riferendosi alla riapertura delle attività produttive.

Dopo aver spiegato la decisione sulla proroga delle misure draconiane contro il coronavirus e aver chiarito le modalità e le condizioni con cui verrà attuata la "fase 2" con il graduale ritorno alla normalità, il presidente del Consiglio ha affrontato l'altro tema d'attualità che infiamma la politica interna sullo sfondo dell'epidemia di COVID-19: la discussione in Europa sugli aiuti per affrontare l'emergenza economico-sociale e l'accordo di massima dell'Eurogruppo raggiunto ieri.

"Le proposte dell'Eurogruppo sono un primo passo verso una risposta europea: Gualtieri ieri ha fatto un gran lavoro. Ma è un primo passo che l'Italia, e su questo siamo pienamente d'accordo con Gualtieri, giudica ancora insufficiente", ha affermato Conte.

Poi il capo del governo ha reagito alle polemiche e alle critiche dell'opposizione sovranista, chiamando in causa direttamente Matteo Salvini e Giorgia Meloni, accusati pubblicamente di "dire falsità".

© Sputnik . Aleksey Suhorukov

"Il Mes esiste dal 2012, non è stato istituito ieri o attivato la scorsa notte come falsamente e irresponsabilmente è stato dichiarato da Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Questo governo non lavora col favore delle tenebre: guarda in faccia gli italiani e parla con chiarezza", ribadendo allo stesso tempo che "l’Italia non ha bisogno del Mes e non ha attivato questo strumento che è inadeguato ed inadatto alla situazione."

Conte ha poi proseguito l'attacco contro Salvini-Meloni, sostenendo che il loro modo d'agire vada contro gli interessi dell'Italia, perché rendono il Paese più debole nei negoziati in Europa con gli altri partner.

"Le falsità, le menzogne ci fanno male, perché ci indeboliscono nella trattativa", ha rilevato Conte nel suo intervento.

Infine Conte ha ribadito la necessità di strumenti inediti e flessibili per far fronte ad una crisi simile ad una guerra, sottolineando di non essere pronto a cedere sui coronabond e la creazione di un fondo con "condivisione economica dello sforzo".

"La lotta per gli eurobond, la farò al Consiglio dell'Ue. Non firmerò nulla senza strumenti adeguati alla sfida al coronavirus", ha avvertito Conte. 

Mes contro coronabond

Nell'Eurogruppo c'è unanimità per affrontare insieme le conseguenze deleterie economico-sociali che ha provocato la pandemia di coronavirus, ma si dibatte ancora sulle ricette da usare per superare la situazione d'emergenza dal punto di vista economico.

Da una parte ci sono Germania e Olanda, sostenuti dai Paesi "virtuosi" del Nord, convinti che per affrontare la crisi si possa sfruttare il Mes, aprendo eventualmente a qualche modifica del meccanismo. Dalla parte opposta ci sono gli altri Paesi guidati da Francia e Italia, convinti che per affrontare la crisi bisogni ricorrere a metodi innovativi come i coronabond, richiamandosi ai principi di solidarietà e spirito comune propri dell'Unione Europea.

Tema:
La diffusione del coronavirus in Italia (3-13 aprile) (122)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook