09:21 29 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
131
Seguici su

L’Ambasciata dell’Italia a Mosca e i Consolati Generali a Mosca e San Pietroburgo sono al lavoro per organizzare voli charter di rimpatrio dei connazionali finora rimasti in Russia.

“Al fine di facilitare il rientro in Italia dei connazionali che abbiano urgenza assoluta di farlo, l’Ambasciata a Mosca e i Consolati Generali a Mosca e San Pietroburgo stanno lavorando all’organizzazione di uno o piu’ voli speciali a pagamento auspicabilmente gia’ entro la fine di questa settimana”, scrive l’Ambasciata italiana a Mosca sulla sua pagina Facebook.

Il comunicato della rappresentanza diplomatica invita gli italiani ad inviare le domande tramite mail ai corrispondenti consolati, il che consentirà di organizzare i voli di rimpatrio al più presto.

L’Ambasciata fa notare che il rientro sarà garantito solo in caso di necessità urgente.

“Riteniamo utile evidenziare che, ai sensi delle disposizione vigenti, sara’ possibile assicurare il rientro in Italia solo in caso di urgenza assoluta per i cittadini italiani o gli stranieri residenti in Italia che si trovano all'estero in via temporanea (per turismo, affari o altro) o per i cittadini italiani costretti a lasciare definitivamente il Paese estero dove lavoravano o studiavano (perché, ad esempio, sono stati licenziati, hanno perso la casa, il loro corso di studi è stato definitivamente interrotto)”, aggiunge la missione diplomatica.

Dallo scorso 27 marzo la Russia ha interrotto il traffico aereo (voli di linea e charter) con paesi stranieri ad esclusione dei soli voli operati per il rimpatrio dall'estero di cittadini russi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook