09:34 29 Maggio 2020
Italia

Coronavirus, Sileri: "Prime uscite forse tra qualche settimana"

Italia
URL abbreviato
La diffusione del coronavirus in Italia (3-13 aprile) (122)
0 16
Seguici su

In seguito alla diminuzione di contagi e decessi, si può pensare a preparare un "lento e progressivo" ritorno alla normalità. Lo ha detto il vice di Speranza.

"Tra qualche settimana forse sarà possibile cominciare a uscire, con precauzioni, intendo con le mascherine, forse prima dell'inizio di maggio", ha detto il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri. "Un progressivo ritorno alla normalità è auspicabile, ma è presto per dirlo - ha aggiunto - e poi bisogna stare attenti agli eventuali focolai, perché il virus rimane nella nostra società e fino a che è tra di noi qualcuno può essere contagiato".

Non si tornerà all'improvviso alla vita pre-pandemia, ma ci sarà il passaggio alla fase 2, quella della convivenza con il virus. Un ritorno progressivo alle attività quotidiane, alla vita sociale, ma mantenendo il distanziamento per evitare un ritorno dei contagi. 

Diverse sono le ipotesi al vaglio per pianificare la coesistenza con il virus: distribuzione di mascherine, passaporto sanitario. “Mi sono battuto molto perché i tamponi vengano fatti ed è uscita anche una circolare del ministero in merito. - ha detto ieri il viceministro della Salute, intervenendo alla trasmissione Petrolio - Credo comunque che tra una settimana, 10 giorni al massimo, il paese vedrà un calo dei casi positivi”.

"Dovremmo convivere con il virus – ha aggiunto Sileri – finchè non ci sarà il vaccino. Ma adesso, solo dopo un calo dei contagi, sarà possibile programmare un ritorno progressivo e lento alla normalità”.

Pensare alla fase 2

Di un ritorno alla normalità ha parlato ieri Brusaferro durante la conferenza stampa della protezione civile. "Pensare alla fase 2 - ha spiegato - vuol dire cominciare a riflettere su come mantenere bassa la diffusione della malattia". 

Sarà necessario adottare delle misure che permettano di contenere l'R0 al di sotto di 1, per evitare la curva di contagio. 

In ogni caso la fase 2, e quindi l'alleggerimento delle restrizioni non arriverà prima di maggio. Alcuni giorni fa, il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli aveva ipotizzato il 16 maggio come data di inizio della nuova fase. 

Tema:
La diffusione del coronavirus in Italia (3-13 aprile) (122)
Tags:
Ministero della Salute, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook