00:34 28 Maggio 2020
Italia
URL abbreviato
180
Seguici su

Il governo smentisce categoricamente le rivelazioni pubblicate dal quotidiano La Stampa circa una presunta intesa raggiunta tra governo e Benetton sull'ingresso del gigante delle assicurazioni tedesco, come socio di maggioranza in Aspi assieme a Atlantia.

"Sono completamente prive di fondamento le notizie riguardanti un presunto accordo raggiunto dal Governo italiano con Autostrade per l'Italia, volto a porre fine al procedimento avviato dal Governo italiano a seguito del crollo del ponte Morandi e avente a oggetto la caducazione della concessione", rendono note fonti di Palazzo Chigi. 

Ma le smentite non avvengono solo in maniera ufficiosa attraverso fonti interne, ma portano nome, cognome e il timbro dell'ufficialità da parte dei ministeri di competenza. 

E' il titolare del Mise, Stefano Patuanelli a smentire "totalmente la ricostruzione apparsa sul sito de La Stampa in merito ad un accordo con Autostrade". La ministra delle Infrastrutture e Trasporti, Paola de Micheli, ribadisce che le notizie riportate sono prive di fondamento. Atlantia fa eco agli esponenti dell'esecutivo, chiarendo che "quanto riportato è totalmente privo di fondamento".

​Secondo quanto riferito da La Stampa, il governo avrebbe raggiunto un'intesa con la holding dei Benetton sul'ingresso societario di Allianz, come socio di maggioranza con il 51% delle azioni. 

In base alla ricostruzione smentita dal governo come fake news, Atlantia, che attualmente possiede l'88,06% di Autostrade per l'Italia, non avrebbe subito né la revoca delle concessioni, nè una penale, ma solo una riduzione del proprio pacchetto azionario, venduto a prezzo di mercato. 

 

Tags:
Giuseppe Conte, rete stradale, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook