15:27 01 Giugno 2020
Italia
URL abbreviato
La diffusione del coronavirus in Italia (3-13 aprile) (122)
0 013
Seguici su

L'infermiera, risultata positiva nei giorni scorsi, era andata a fare una passeggiata in compagnia degli altri membri della sua famiglia.

Continuano a fioccare le denunce ai danni dei trasgressori delle norme anti-coronavirus. L'ultimo caso eclatante ha riguardato un'infermiera di Fano, nei giorni scorsi ammalatasi di Covid 19, che è stata fermata e denunciata dalla polizia municipale del suo comune di residenza.

La donna, nonostante la positività, si era recata a fare una passeggiata in compagnia del marito e dei due figli, tenendoli addirittura mano nella mano.

Alle forze dell'ordine, l'operatrice sanitaria avrebbe detto di essere uscita per andare a gettare la spazzatura, pur trovandosi in realtà ben più lontana da casa rispetto alla distanza consentita.

Finora sono 4230 i casi di contagio da Covid-19 confermati nelle Marche. La province maggiormente colpite, stando ai dati riportati dal Ministero della Salute, risultano essere quelle di Ancona (1253) e di Pesaro (1786), seguono poi Macerata (561), Fermo (298) e Ascoli Piceno (232).

I controlli delle forze dell'ordine 

Dallo scorso 11 marzo, data di entrata in vigore del DCPM del governo, le forze dell'ordine hanno eseguito controlli su 4.630.583 persone e 2.040.055 attività commerciali, sporgendo complessivamente 173.000 denunce. A riferirlo è il Viminale.

Negli ultimi nove giorni 384 persone sono state denunciate per violazione di quarantena e rischiano ora un periodo di detenzione da uno a quattro anni per aver messo in pericolo la salute degli altri cittadini. 

Tema:
La diffusione del coronavirus in Italia (3-13 aprile) (122)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook