08:36 27 Maggio 2020
Italia
URL abbreviato
La diffusione del coronavirus in Italia (3-13 aprile) (122)
183
Seguici su

E' vero che un bagno caldo scaccia brutti pensieri e Covid-19? I fumatori sono più resistenti di chi non fuma o è l'opposto? Risposta alle 10 migliori bufale sul nuovo coronavirus, che circolano nel web.

La fantasia trova nell’ozio di alcuni molto spazio anche per fabbricare bufale e fake news, o per amplificare rimedi fatti in casa che non hanno nessuna base scientifica e che possono addirittura essere contro producenti e favorire la diffusione del nuovo Coronavirus.

C’è chi si lava con l’acqua bollente, col risultato di ustionarsi e di aver poi bisogno dell’ospedale per ricevere cure mediche, c’è chi le mascherine le fa in casa magari con lo sfrido delle cravatte e dei tessuti usati per realizzare camice e abiti. La fantasia sprigiona tutto il suo potenziale, ma nella direzione sbagliata in almeno 10 casi e sono questi secondo il Ministero della salute.

Bevendo acqua del rubinetto ci si può infettare con il nuovo coronavirus

Falsissimo, “bere l’acqua del rubinetto è sicuro”. L’acqua del rubinetto è sottoposta a depurazione e questi trattamenti “sono efficaci nell’abbattimento dei virus”.

Il virus trasmesso per via alimentare

Falso anche questo, perché “le malattie respiratorie non si trasmettono con gli alimenti, che comunque devono essere manipolati rispettando le buone pratiche igieniche ed evitando il contatto tra alimenti crudi e cotti.”

Gli essiccatori per mani ad aria calda uccidono il nuovo coronavirus

Nessuna evidenza scientifica ha dato prova che gli essiccatori per mani ad aria calda uccidono il nuovo coronavirus. Meglio quindi lavarsi spesso le mani con acqua e sapone, e usare poi una soluzione disinfettante gel per le mani: asciugare bene le mani.

Le mascherine fatte in casa sono efficaci

Si sconsiglia di farsi mascherine in casa con la stoffa delle sciarpe e delle bandane, o con garza e cotone. Queste mascherine fai da te non hanno i requisiti richiesti dalle normative e la loro capacità protettiva non è nota.

3 mascherine è meglio di una, così sono più protetto

Non è utile sovrapporre più mascherine una sull’altra. “Le mascherine aiutano a limitare la diffusione del virus ma il loro utilizzo deve essere adottato in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani.” Ricordiamoci che mancano le mascherine in questo momento, meglio razionalizzare.

Falso dire che i fumatori sono soggetti maggiormente a rischio

Invece è proprio così, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità “è probabile che i fumatori siano più vulnerabili al virus SARS-CoV-2 in quanto l'atto del fumo fa sì che le dita (ed eventualmente le sigarette contaminate) siano a contatto con le labbra, il che aumenta la possibilità di trasmissione del virus dalla mano alla bocca”. Senza dimenticare che i fumatori potrebbero avere già una patologia polmonare sottostante o comunque una ridotta capacità polmonare.

I fumatori rischiano di sviluppare gravi polmoniti più dei non fumatori.

Le zampe dei cani portano Covid-19: sterilizzare con candeggina

Nessuna evidenza che gli animali di affezione siano portatori di Covid-19, nemmeno i cani. Tuttavia, come buona norma igienica è il caso di pulire le zampe dei cani e dei gatti al loro rientro a casa prima che saltino sul divano e sul letto, con prodotti igienizzanti ma non la candeggina.

Un bel bagno caldo è una buona prevenzione contro Covid-19

Non sarà un bagno caldo e neanche una doccia fredda a prevenire lo sviluppo di Covid-19. E fare il bagno a temperature alte è solo dannoso per la pelle e nei casi estremi può provocare bruciature.

Le zone con clima umido sono a maggior rischio infezione

“Le evidenze attuali indicano che il nuovo coronavirus può essere trasmesso in tutte le aree, comprese quelle con clima caldo e umido”, lo scrive il Ministero della salute.

Esistono medicinali che prevengono l’infezione

Falso, per ora non c’è ancora nessuna terapia utilizzabile in via preventiva.

“L’Agenzia italiana del farmaco (AIFA) ha autorizzato diversi studi per la sperimentazione di medicinali per il trattamento di Covid-19 e l’Agenzia europea del Farmaco (EMA) ha comunicato che attualmente ci sono 40 medicinali e 12 vaccini in via di sviluppo e che su due vaccini sono stati avviati studi clinici di Fase I.”

“Sono ancora tutti studi sperimentali e nessun farmaco ha ancora dimostrato la sua efficacia nel trattamento di COVID-19”, conclude il Ministero della sanità.

Tema:
La diffusione del coronavirus in Italia (3-13 aprile) (122)

Correlati:

Il produttore di sigarette Camel svilupperà un vaccino contro il COVID-19
Le notizie sugli aiuti russi ad altri paesi contro COVID-19 non sono falsi - Mini. Esteri tedesco
Putin chiede di non credere alle fake news sul coronavirus
Tags:
bufala, fake news, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook