17:58 08 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
La diffusione del coronavirus in Italia (26 marzo - 3 aprile) (101)
0 49
Seguici su

Gli ultimi dati sulla diffusione del coronavirus in Italia annunciati dal capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli.

Il numero dei casi totali in Italia è salito a 105.792 (+4.053), dato che comprende guariti, malati e vittime.

Nella consueta conferenza stampa sulla situazione del coronavirus in Italia ha reso noto gli ultimi dati il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli.

Sono 77.635 i malati di Covid-19 nel Belpaese, con 2.107 casi in più rispetto al dato di ieri, dove l'aumento era stato di 1.648. Tra i contagiati, 4.023 sono ricoverati in terapia intensiva, 28.192 sono in ospedale con sintomi, mentre tutti gli altri 45.420, pari al 59% del totale dei contagiati, sono in autoisolamento a casa con sintomi lievi o assenti. 

Purtroppo le vittime aumentano ancora e sono 837 in un giorno, mentre ieri erano state 812; il numero complessivo dei guariti raggiunge 15.729, con un incremento di 1.109 rispetto a ieri, ma meno del giorno prima dove le persone che si erano riprese dal Covid-19 erano state 1.590.

Dopo aver reso noti i numeri, Borrelli ha aggiunto che 2 nuovi pazienti sono stati trasferiti attraverso la centrale CROSS in altre strutture di terapia intensiva; in totale dall'inizio dell'emergenza sono stati trasferiti 96 pazienti in condizioni gravi, di cui 40 con patologie diverse dal coronavirus.

Dopo Angelo Borrelli ha preso la parola il professor Roberto Bernabei, direttore della Scuola di Specializzazione in Geriatria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e presidente di Italia Longeva, che ha tenuto a sottolineare due dati, a conferma del miglioramento del contenimento del coronavirus: la diminuzione dell'incremento del numero di ricoverati, passati da 1276 del 26 marzo ai 409 di ieri e 397 oggi, così come l'incremento dei ricoverati in terapia intensiva, passati dai 120 del 26 marzo ai 42 di oggi.

Bernabei ha poi chiarito i dati sulle vittime del coronavirus: l'età media dei deceduti è di 79 anni, di cui 70% uomini e 30% donne, sottolineando allo stesso tempo che Covid-19 è più letale contro le persone che hanno patologie: il 52% delle vittime ha 3 patologie, il 25% ha 2 patologie, il 21% ha 1 patologia, mentre solo il 2% delle vittime non soffriva di alcun disturbo. Delle 23 vittime under 40, 15 avevano patologie, ha concluso Bernabei.

Tema:
La diffusione del coronavirus in Italia (26 marzo - 3 aprile) (101)
Tags:
Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook