16:24 21 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
116
Seguici su

La procura di Tempio Pausania ha aperto un'inchiesta sul decesso della piccola Adele, morta mentre veniva alla luce, sull'elicottero che le trasportava al punto nascita più vicino. La madre, 26 anni, in terapia intensiva.

I magistrati dovranno accertare il corretto funzionamento dei protocolli di soccorso e indagare sulle eventuali negligenze. Nel mirino degli inquirenti le tempistiche dell'elisoccorso, partito da Alghero, anziché dalla più vicina base Olbia.  

La tragedia è avvenuta lo scorso venerdì. La madre, una giovane donna di 26 anni all'ottavo mese di gravidanza, ha iniziato ad accusare dolori al ventre e si è recata al pronto soccorso, dove le è stato diagnosticato il distaccamento della placenta. Nonostante l'intervento dei medici, che hanno chiamato l'elisoccorso per trasportare la puerpera, la piccola Adele non ce l'ha fatta. 

E' nata morta sull'elicottero che la stava trasportando al più vicino ospedale. 

La vicenda ha scatenato l'ira e la polemica della comunità isolata, privata di ospedale e un punto nascita, dopo che la struttura è stata declassata da presidio ospedaliero a Punto di primo intervento.  

Il sindaco Luca Montella lancia il guanto di sfida alle autorità regionali. 

"Non va bene e non tralasceremo neanche una virgola di questa vicenda, perché alla fine i conti devono tornare sempre”, assicura. "Non finisce qui". 

La consigliera regionale M5S, ha presentato un'interrogazione in Regione sull'ospedale dell'isola. 

"Nonostante siano trascorsi oltre sette mesi dalla prima denuncia - dichiara - l'ospedale continua a offrire un servizio sanitario in stato di evidente e progressiva diminuzione. Inoltre nell'isola non è presente un'ambulanza medicalizzata, la gestione Areus significa prevalentemente elisoccorso e sono presenti soltanto due anestesisti costretti a turnare tra loro h24".
Tags:
sanità, Sardegna, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook